Cronaca

Finto litigio sul treno per rapinare un anziano: tre giovani finiscono in carcere

Venerdì mattina i carabinieri della Compagnia di Ancona, in collaborazione con i militari di Faenza e Forlì, hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dal tribunale di Forlì.

Venerdì mattina i carabinieri della Compagnia di Ancona, in collaborazione con i militari di Faenza e Forlì, hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dal tribunale di Forlì. A Forlì e a Faenza sono finiti in carcere tre 25enni, due ragazze e un ragazzo, che il 30 maggio di sei anni fa rapinarono un anconetano di 73 anni che viaggiava con la moglie sul treno regionale diretto da Piacenza ad Ancona. Il processo, celebrato presso il tribunale di Forlì, si è concluso il 15 marzo 2017, con la condanna per tutti i malviventi a tre anni di reclusione, alla pena pecuniaria di mille euro e alla pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici per cinque anni con l'accusa di rapina aggravata in concorso. Recentemente, poi, la Corte d'Appello di Bologna ha confermato la sentenza del tribunale di Forlì. Per questo i tre arrestati sono stati condotti nelle carceri di Ravenna e Forlì. 

La vicenda

Il 30 maggio la coppia di anziani coniugi era seduta in treno con un biglietto di prima classe quando all'improvviso tre giovani, con un cane al seguito, erano entrati all'ultimo vagone sedendosi vicino a loro. Una delle donne aveva messo il cane proprio accanto al 73enne che però, infastidito, aveva provato ad allontanarlo con gentilezza. Non riuscendo nell'intento, quindi, aveva chiesto alla padrona di spostare l'animale. Questa, di contro, aveva iniziato ad inveire contro i due vicini di posto. La situazione si era scaldata e i tre avevano aggredito fisicamente la vittima. Il tutto avveniva sotto gli occhi del capotreno che, nel frattempo, era intervenuto per sedare gli animi. Sono bastati pochi attimi per sfilare all'anziano il borsello che indossava a tracolla. Dentro c'erano 3 mila e 500 euro. I tre, approfittando della fermata alla stazione di Forlì, erano riusciti a fuggire e quando l'uomo si è accorto del furto i tre si erano già dileguati. Il giorno dopo, l'uomo aveva denunciato il fatto alla Stazione dei carabinieri di Collemarino. I militari si erano messi subito sulle tracce della banda e, ricostruendo la dinamica dell’evento tramite la testimonianza dei presenti che avevano assistito alla scena, erano riusciti ad identificare i ladri che sono stati poi denunciati.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finto litigio sul treno per rapinare un anziano: tre giovani finiscono in carcere

RavennaToday è in caricamento