rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Fiumi e allagamenti: al via gli interventi straordinari di messa in sicurezza

E' previsto inoltre il consolidamento di abitati e versanti per 100.000 euro. Gli interventi riguardano la manutenzione straordinaria dei versanti che si affacciano su alcuni tratti dei corsi d’acqua del bacino del fiume Lamone e del sottobacino del torrente Marzeno

Dopo le gare per gli interventi urgenti a seguito delle eccezionali avversità atmosferiche che hanno colpito il territorio della regione Emilia-Romagna dal 4 al 7 febbraio scorsi, in questi giorni se ne sono svolte altre relative alla manutenzione dei corsi d’acqua e al consolidamento di abitati e versanti nel territorio romagnolo. I vari lavori, progettati dai tecnici del Servizio tecnico di bacino Romagna in stretto contatto con l’assessore regionale all’Ambiente e Protezione civile Paola Gazzolo, rientrano nella programmazione degli interventi finanziati dalla legge regionale 27/1974 (“Interventi della Regione in materia di opere idrauliche nei corsi d’acqua dell’Emilia-Romagna”) e dalla legge 445/1908 sul consolidamento dei centri abitati, e sono stati approvati da apposite delibere della Giunta regionale.

Gli interventi andati a gara e che partiranno nelle prossime settimane riguardano, relativamente al territorio ravennate la manutenzione straordinaria e diffusa dei corsi d’acqua dei bacini dei fiumi Uniti e del fiume Savio, per 200.000 euro. I progetti di manutenzione prevedono sostanzialmente lavori di sfalcio, taglio della vegetazione spontanea e opere di contenimento (ad esempio palificate). Si concentreranno lungo i tratti arginati nei bacini idrografici del Fiumi Uniti (fiumi Ronco, Montone e Uniti) e del fiume Savio (fiume Savio e torrente Bevano), nei comuni di Ravenna, Cervia e Russi. Ulteriori interventi, per altri 200mila euro, riguardano i tratti arginati del fiume Lamone e quelli non arginati del suo bacino  (torrenti Marzeno, Tramazzo, Ibola, Acerreta, Samoggia e alcuni rii minori), nei comuni di Ravenna, Russi, Bagnacavallo, Faenza, Brisighella, oltre a Modigliana e Tredozio, in provincia di Forlì-Cesena.

E' previsto inoltre il consolidamento di abitati e versanti per 100.000 euro. Gli interventi riguardano la manutenzione straordinaria dei versanti che si affacciano su alcuni tratti dei corsi d’acqua del bacino del fiume Lamone e del sottobacino del torrente Marzeno, nonché il consolidamento di punti critici in zone limitrofe ai maggiori centri abitati del bacino del Lamone: torrenti Marzeno, Samoggia e rio Campo Dosio nel comune di Brisighella; torrenti Marzeno, Tramazzo e rio Barca nei comuni di Modigliana e Tredozio. Consisteranno in manutenzioni e implementazioni di opere esistenti e sistemazioni di versanti e sponde fluviali

"I diversi interventi sul territorio – spiega il responsabile del Servizio tecnico di bacino Romagna, ing. Mauro Vannoni – sono possibili grazie ai finanziamenti messi a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna attraverso vari canali, sui quali il nostro Servizio, conoscendo e monitorando le criticità del territorio, segnala per il finanziamento le situazioni di maggior rischio. Questi finanziamenti andranno a coprire interamente l’esecuzione dei lavori. Le attività di progettazione, direzione lavori e amministrazione, infatti, non assorbono risorse finanziarie poiché rientrano nelle funzioni istituzionali del Servizio tecnico di bacino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiumi e allagamenti: al via gli interventi straordinari di messa in sicurezza

RavennaToday è in caricamento