Università e lavoro: la Fondazione Dalle Fabbriche si attiva per favorire i tirocini

Il tirocinio sia quello per gli studenti universitari prossimi ormai alla conclusione del corso, sia per i giovani già laureati e alla ricerca di una opportunità qualificata di lavoro, può rappresentare un’opportunità anche per le imprese per conoscere meglio, dall’interno, ciò che si insegna all’Università, dagli approcci alle metodologie

La Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche si è accreditata con l’Alma Mater Università di Bologna per ospitare studenti in tirocinio formativo provenienti dalla Scuola di economia ed in particolare dal Corso di Laurea Magistrale in Management sociale, attivo al Polo di Forlì.  È un’opportunità importante per gli studenti del territorio forlivese, ravennate e imolese, che sono interessati a svolgere il tirocinio previsto dal piano di studi presso organizzazioni e imprese cooperative del territorio, operanti nei diversi settori di attività (dall’agro-alimentare ai servizi sociali). In secondo luogo, la Fondazione ha deciso di rinnovare l’esperienza positiva sperimentata negli scorsi anni di promozione di tirocini di giovani già laureati, iscritti o no a Garanzia Giovani, nelle imprese cooperative del territorio, che hanno manifestato interesse e disponibilità ad accogliere giovani in tirocinio lavorativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’iniziativa avverrà in collaborazione con un studio professionale attivo nel settore e con Irecoop Emilia Romagna in quanto ente accreditato in Regione per gestire aspetti importanti di tale esperienza. Il tirocinio sia quello per gli studenti universitari prossimi ormai alla conclusione del corso, sia per i giovani già laureati e alla ricerca di una opportunità qualificata di lavoro, può rappresentare un’opportunità anche per le imprese per conoscere meglio, dall’interno, ciò che si insegna all’Università, dagli approcci alle metodologie. "Entrare in un’impresa cooperativa - sottolinea Everardo Minardi, presidente della Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche - significa acquisire e potenziare da parte del giovane tirocinante il proprio spirito critico; poi, se la cooperativa è un’impresa “differente”, anche il tirocinio del giovane, ancora studente o già laureato, deve essere differente e finalizzato ad inserirlo in un settore imprenditoriale dove il risultato da conseguire si fonde sempre con la responsabilità e il benessere di tutti, dirigenti e lavoratori, sulla base di una caratteristica di fondo: la mutualità come regola propria della impresa cooperativa". Con questo tirocinio i giovani, a partire dal loro percorso formativo, possono condividere il servizio che la Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche offre all’Università e alle imprese cooperative della nostra regione. Per informazioni scrivere a info@fondazionedallefabbriche.coop

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento