Nel segno dell’arte: firmato accordo tra Fondazione Del Monte e Unicredit

Sia la Fondazione che UniCredit promuovono la cultura in tutte le sue forme a beneficio delle comunità

FOTO DI ARCHIVIO

E’ stato firmato martedì all'UniCredit Tower a Milano dalla presidente della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Giusella Finocchiaro, e dall’amministratore delegato di UniCredit, Federico Ghizzoni, un importante accordo di collaborazione tra la Fondazione e la Banca nel segno dell’arte. Proseguendo in una collaborazione da tempo avviata, la Fondazione del Monte e UniCredit hanno deciso di confermare il proprio impegno in campo culturale a favore dell’arte sviluppando congiuntamente in Palazzo Magnani nuovi progetti artistici a favore della città di Bologna.

Sia la Fondazione che UniCredit promuovono la cultura in tutte le sue forme a beneficio delle comunità; la Fondazione sostiene infatti attivamente la ricca progettualità che proviene in particolare dai territori di Bologna e Ravenna, con una spiccata attenzione ai giovani; UniCredit si adopera nella diffusione della cultura come fattore di sviluppo sostenibile, avvicinando in particolare l’arte e la musica ad un pubblico ampio e nuovo nei territori in cui è presente.

Luogo simbolo di questo rinnovato impegno per l’arte il cinquecentesco Palazzo Magnani, sede storica della Banca a Bologna, che conserva gli straordinari affreschi di Agostino, Annibale e Ludovico Carracci (Storia della Fondazione di Roma), e le opere di arte classica e moderna della Quadreria (da Dosso Dossi a Marco Palmezzano, da Guercino a Giuseppe Maria Crespi, fino a Giorgio Morandi, Filippo De Pisis, Virgilio Guidi). Le opere della Quadreria, in passato appartenenti alle raccolte d’arte di Rolo Banca e Banca del Monte poi confluite nel Gruppo, fanno parte oggi della Collezione d’Arte UniCredit, una delle maggiori collezioni corporate in Europa.

In Palazzo Magnani, Fondazione del Monte e UniCredit insieme daranno vita a nuove iniziative aprendo la Quadreria al pubblico in modo continuativo con visite guidate, coinvolgendo in particolare i giovani, e creando nuove occasioni di conoscenza ed esperienza dell’arte attraverso mostre, incontri e progetti di ricerca. “Sono lieta di mettere a disposizione della città questo patrimonio artistico e simbolicamente di aprire, a tutti, i luoghi che custodiscono i nostri tesori - commenta Finocchiaro -. Cercheremo in particolare di promuovere, in varie forme, il coinvolgimento dei più giovani nella cornice ideale della Quadreria”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Mi fa particolarmente piacere - osserva Ghizzoni -poter promuovere nuovi progetti, che verranno realizzati con la Fondazione del Monte, per la Quadreria di Palazzo Magnani e dare al pubblico una più ampia possibilità di conoscere le opere della Collezione,  in linea con la nostra strategia nel settore dell’arte. L’iniziativa rappresenta un nuovo contributo allo sviluppo culturale della città di Bologna, per i suoi cittadini, studenti e visitatori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento