Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Raduno dei Marinai d’Italia, tantissima gente alla sfilata: "Premiato un anno di lavoro"

"Faremo il possibile - continuano Matteucci e Mingozzi - affinché la Darsena di città continui questa bella esperienza di presenze e offerte di intrattenimento, magari per un pontone che possa assicurare per più mesi all'anno, la sede ideale per concerti e spettacoli"

Con la parata nazionale, si è concluso il 19esimo Raduno dei Marinai d’Italia. Il corteo è partito da viale Pallavicini, ha percorso viale Farini e via Diaz per arrivare in Piazza del Popolo, dove ad attenderlo, oltre a tantissimi cittadini e autorità locali e della Marina, vi erano il sottosegretario alla Difesa Domenico Rossi, il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci, il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, il capo di Stato Maggiore della Marina, Giuseppe De Giorgi, il comandante generale del Corpo Capitanerie di Porto e Guardia Costiera, ammiraglio Ispettore Capo Felicio Angrisano, il presidente nazionale dell’Anmi, ammiraglio di squadra Paolo Pagnottella.

Al raduno hanno preso parte 25 mila persone, tra marinai veterani e familiari, 240 le delegazioni partecipanti, 250 i pullman utilizzati.   Prima dell’arrivo del lungo corteo, l’ammiraglio Pagnottella ha ringraziato gli intervenuti, sottolineando come i "marinai siano gente speciale, che affronta la vita con coraggio, sempre pronti a servire le istituzioni e i cittadini. Ciò di cui sono assolutamente sicuro è che tutti noi crediamo nei valori del diritto, della lealtà e della solidarietà. L’Italia è grande anche grazie alla sua Marina". La parata, festosa e colorata, ha dato un esempio di come i Marinai d’Italia sentano ancora forte il legame con i valori della marineria, tanto da essere venuti a Ravenna anche da Stati Uniti e Australia.

Il vicesindaco Giannantonio Mingozzi, che ha rappresentato il Comune nel comitato organizzativo del 19esimo Raduno dei marinai d’Italia istituito un anno fa, e il sindaco Fabrizio Matteucci al termine della sfilata confluita domenica mattina in piazza del Popolo, hanno sottolineato come “il lavoro di questi mesi assieme agli esponenti nazionale e ravennati dell’Anmi abbia assicurato un coinvolgimento ordinato e straordinario per un numero di presenze che ha via via raggiunto le 25mila unità. Ravenna civica e ospitale è stata all’altezza delle aspettative e per questo ringrazia, oltre ai Marinai d’Italia, tutti gli esercizi pubblici, bar, ristoranti e alberghi che hanno collaborato a queste dieci giornate, e i cittadini tutti per qualche disagio sopportato”.

“Faremo il possibile – continuano Matteucci e Mingozzi – affinché la Darsena di città continui questa bella esperienza di presenze e offerte di intrattenimento, magari per un pontone che possa assicurare per più mesi all’anno, la sede ideale per concerti e spettacoli. Dopo il raduno nazionale dei Fanti di quattro anni fa, Ravenna ha offerto all’Italia un’altra grande dimostrazione di affetto e di organizzazione che i marinai non dimenticheranno. Quando vorranno ritornare nella nostra città in visita con le loro famiglie saranno sempre i benvenuti. Ci fa piacere – aggiungono sindaco e vicesindaco – che tutto il pubblico presente in Piazza abbia a lungo applaudito l’omaggio ai marò, Girone e Latorre, a cui gran parte del raduno è stato dedicato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raduno dei Marinai d’Italia, tantissima gente alla sfilata: "Premiato un anno di lavoro"

RavennaToday è in caricamento