menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Massimo Argnani

Foto di Massimo Argnani

Frana alla chiusa di San Bartolo, Tosco-Romagnola chiusa a Longana: le modifiche alla viabilità

Il traffico di pertinenza della Ravegnana è stato quindi dirottato all'altezza della località Longana sulla strada provinciale 45, verso l'abitato di San Marco, per chi proviene da Forlì' verso Ravenna

La Statale 67 "Tosco-Romagnola" resterà chiusa al traffico all'altezza di Longana fino al ripristino delle normali condizioni di sicurezza per la circolazione stradale. Questa la comunicazione dell'Anas a seguito delle verifiche effettuate alla chiusa di San Bartolo, teatro della frana dove giovedì pomeriggio ha perso la vita il tecnico della Protezione Civile Danilo Zavatta.

Il traffico di pertinenza della Ravegnana è stato quindi dirottato all'altezza di Longana sulla Provinciale 45, verso l'abitato di San Marco, per chi proviene da Forlì verso Ravenna, e sulla Provinciale 27, verso gli abitati di Madonna dell'Albero e San Bartolo, per chi proviene dalla Statale 16 verso Forlì. A scopo precauzionale, visto l'incremento dei volumi di traffico sulla Provinciale 45, il ponte sul fiume Montone, posto all'altezza dell'incrocio con la Provinciale 68, è stato oggetto di verifica da parte dei tecnici della Provincia.

Lungo la strada provinciale 68 “San Marco”, possibile alternativa in direzione Ravenna, per permettere un miglior deflusso veicolare in entrambi i sensi di marcia, è stata modificata l'esistente ordinanza sui limiti di portata degli autocarri che passa da 30 a 3,5 tonnellate.
In caso di elevati volumi di traffico si invitano gli utenti della Statale 67 diretti a Ravenna ad imboccare la strada provinciale 5 poco dopo l'abitato di Ghibullo.

I lavori intanto procedono. Si stanno montando delle barriere protettive al fine di evitare ulteriori smottamenti lungo l'argine del Ronco. Intanto vanno avanti le indagini degli inquirenti. La Procura di Ravenna ha aperto un'inchiesta per omicidio e disastro colposo, al momento contro ignoti. Nei prossimi giorni potrebbero esserci i primi nomi iscritti nel registro degli indagati. Nelle prossime ore potrebbe intanto arrivare il nullaosta per i funerali di Zavatta. La vittima viveva a Savio con la moglie ed una figlia.

Lo speciale

CROLLA L'ARGINE DELLA CHIUSA DI SAN BARTOLO: MUORE TECNICO DELLA PROTEZIONE CIVILE
VIDEO - IL DRAMMATICO CROLLO DELLA CHIUSA DI SAN BARTOLO IN DIRETTA
IL CASO - "LA CRITICITA' STATICA ERA STATA SEGNALATA DA UN MESE"
LE INDAGINI - APERTA UN'INCHIESTA PER OMICIDIO E DISASTRO COLPOSO

Foto di Massimo Argnani

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento