menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Show delle Frecce Tricolori: esercitazione a Pisignano con fumi bianchi

Il 15esimo Stormo di Pisignano di Cervia ha ospitato martedì mattina la tradizionale esercitazione della Pattuglia Acrobatica Nazionale sull'aeroporto in vista dell'inizio della 59esima stagione di esibizioni in Italia e all'estero

Quando ci sono le Frecce Tricolori, lo spettacolo è assicurato. E' stato così mercoledì mattina. Il 15esimo Stormo di Pisignano di Cervia ha ospitato martedì mattina la tradizionale esercitazione della Pattuglia Acrobatica Nazionale sull'aeroporto in vista dell'inizio della 59esima stagione di esibizioni in Italia e all'estero. Anche se erano presenti solo otto dei dieci Mb339 che compongono la formazione, le Frecce si sono esibite nel programma di "volo alto", regalando come sempre emozioni.

La formazione 2019 propone interessanti novità in due posizioni chiave della pattuglia: il ruolo di Capoformazione (Pony 1) e di Solista (Pony 10). Durante la stagione acrobatica 2019 sarà infatti il maggiore Stefano Vit, già esperto gregario della compagine acrobatica nazionale, a guidare in volo le Frecce Tricolori; mentre il capitano Massimiliano Salvatore è subentrato al pari grado Filippo Barbero, diventando così il nuovo solista.

Nel 2019 ci saranno due nuovi ingressi in formazione: il capitano Federico De Cecco, pilota di Tornado proveniente dal 154° Gruppo del 6° Stormo di Ghedi (Brescia), ed il capitano Alessio Ghersi, pilota di Eurofighter, proveniente dal IX Gruppo Caccia del 4° Stormo di Grosseto, che voleranno rispettivamente con il numero 9 ed il numero 8 al loro esordio il prossimo mese di maggio. Le Frecce torneranno in Romagna il 22 e il 23 giugno a Punta Marina.

Il 15° Stormo è attualmente uno dei più grandi Stormi dell’Aeronautica Militare per numero di militari dipendenti ed estensione geografica. Ha, infatti, alle sue dipendenze oltre 1400 militari e ben 7 Gruppi Volo operanti su TH-500, AB-212, HH-139 ed HH-101A. Dal 15esimo Stormo dipendono l’80 Centro Combat SAR di Decimomannu (CA), l’82° Centro C/SAR di Trapani (TP), l’84° Centro C/SAR di Gioia del Colle (BA), l’85° Centro C/SAR di Pratica di Mare (RM) ed infine l’81° Centro Addestramento Equipaggi, l’83° Gruppo C/SAR ed il 23° Gruppo C/SAR (di recente ricostituzione) tutti insistenti sulla base di Cervia (RA).

Il 15° Stormo ha il compito di recuperare gli equipaggi in difficoltà in tempo di pace (SAR – Ricerca e soccorso) ed in tempo di crisi ed in operazioni fuori dai confini nazionali (C/SAR - Combat SAR), di supporto alle Operazioni Speciali nonché di concorrere in caso di gravi calamità ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi e, di recente anche il supporto all’attività di antincendio boschivo. Il livello addestrativo degli equipaggi, le caratteristiche tecnologiche degli elicotteri in dotazione nonché l'impiego di apparecchiature e tecniche speciali, quali l'utilizzo di visori notturni, fanno spesso del 15° Stormo l’unica componente elicotteristica in grado di gestire con successo le situazioni di emergenza più complesse grazie, come ad esempio, la capacità d’impiego di giorno, di notte e in condizioni meteo marginali. Ogni volta che un elicottero del 15° Stormo si alza in volo o sta salvando una vita umana, o si sta addestrando per farlo. Dalla sua costituzione ad oggi infatti, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato oltre 7200 persone in pericolo di vita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento