Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Faenza

Frutta, miele e formaggi si comprano dal contadino: un nuovo store a chilometro zero

Coldiretti: "Investire nel km zero consente di aumentare del 20% il fatturato aziendale. In cinque anni le fattorie Punto Campagna amica si sono quintuplicate, passando da 145 del 2010 alle 814 del 31 dicembre 2015"

Si amplia ancora la rete a chilometro zero targata Campagna amica - Coldiretti Ravenna. Venerdì viene inaugurato nel cuore di Faenza il nuovo Punto Campagna amica promosso in partnership dalla società agricola La Cinquina e dalla società agricola Valli, aderenti al circuito di vendita diretta garantito dalla fondazione Campagna amica. Il nuovo punto vendita, situato in Corso Mazzini 154/D, aprirà i battenti a partire dalle ore 16,00 con degustazioni di frutta per tutti i presenti. La bottega, nella quale si potranno trovare le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio, ortofrutta, vini autoctoni, olio extravergine di Brisighella, miele, formaggi, confetture e tanto altro, sarà aperta dal lunedì al sabato dalle 8 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.

Campagna amica è la più vasta rete italiana di aziende agricole e mercati promossa da Coldiretti per accorciare la filiera e favorire l’acquisto di prodotti agroalimentari a chilometro zero. La nuova avventura imprenditoriale tutta faentina parte proprio mentre aumenta, lungo lo Stivale, la voglia di acquisti a chilometro zero. "Più di 4 italiani su 10 (43%) nel 2016 hanno infatti fatto la spesa dal contadino, sia nei mercati degli agricoltori che in azienda, con un aumento record del 55% negli ultimi 5 anni, in netta controtendenza rispetto al calo dei consumi alimentari dovuto alla crisi. Una crescita ininterrotta da ricondurre all'attenzione per il benessere e per la salute, come testimoniato da un altro dato eclatante: l'’83% degli italiani, infatti, considera l’acquisto di prodotti alimentari direttamente dagli agricoltori “sicuro”, con una percentuale che è superiore del 23% rispetto ai supermercati e del 15% rispetto al dettaglio tradizionale. In Emilia Romagna, dal 2010 al 2015, i mercati agricoli di Campagna amica sono più che raddoppiati, passando da 73 a 160. Un vero e proprio boom si è avuto per le fattorie “Punto Campagna amica” che fanno vendita diretta: in cinque anni si sono quintuplicate, passando da 145 del 2010 alle 814 del 31 dicembre 2015. In prevalenza si tratta di aziende giovani, che fanno scelte imprenditoriali all’avanguardia in quanto, secondo una indagine di Coldiretti, investire nel km zero consente di aumentare del 20% il fatturato aziendale, assicurando quindi un maggior reddito agli imprenditori".

"La promozione della filiera corta e del chilometro zero - afferma Alessandra Ravagli, presidente della associazione Agrimercato Ravenna a cui aderiscono le aziende della nostra provincia iscritte a Campagna amica che operano in vendita diretta - ha consentito di far rinascere il vero commercio di prossimità offrendo un servizio non solo economico ma anche sociale al territorio, in questo modo tra produttori e consumatori si instaura un rapporto franco e diretto con tutto ciò che esso rappresenta in termini di responsabilità da parte dei primi, che si mettono in gioco anche nella fase della commercializzazione delle loro produzioni, e di garanzia per i secondi in fatto di sicurezza alimentare, tracciabilità e rispetto dell’ambiente”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frutta, miele e formaggi si comprano dal contadino: un nuovo store a chilometro zero

RavennaToday è in caricamento