Cronaca

Fugge al controllo della polizia in macchina e a piedi: raggiunto e arrestato, avevo la cocaina

Ha aggredito gli agenti spintonandoli, ma inutilmente dato che è stato bloccato poco dopo. Privo di qualsiasi documento, è stato accompagnato in Questura per la sua identificazione

La Polizia di Stato ha arrestato  un 48enne cittadino tunisino per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nel tardo pomeriggio di sabato scorso, in via Saragat, una volante ha intimato l’alt a un’auto con a bordo il solo conducente. Inizialmente il veicolo  ha rallentato la sua marcia per poi accelerare con l'intento di sottrarsi al controllo. Dopo un breve inseguimento, l’uomo ha abbandonato il proprio veicolo cercando di dileguarsi correndo tra gli orti compresi tra la vie Fortis e Savini. Il fuggitivo è stato raggiunto pochi istanti dopo, rincorso a piedi.

Quest’ultimo ha aggredito gli agenti spintonandoli, ma inutilmente dato che è stato bloccato poco dopo. Privo di qualsiasi documento, è stato accompagnato in Questura per la sua identificazione. Nel posacenere dell’auto gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato quattro involucri in materiale plastico termosaldato, contenenti alcuni grammi di cocaina. Nella disponibilità dello straniero, disoccupato, già noto per diversi reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato cento euro e un telefono cellulare.  Pertanto, il 48enne è stato arrestato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Lunedì mattina si è tenuto il processo per direttissima. All’udienza, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto nei confronti dell’imputato la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Ravenna fino alla data del processo, previsto per il 20 settembre prossimo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fugge al controllo della polizia in macchina e a piedi: raggiunto e arrestato, avevo la cocaina

RavennaToday è in caricamento