Cronaca

Padre e figli morti in un tragico incidente: lacrime e commozione al funerale

Tanta partecipazione e tanta commozione giovedì pomeriggio alla Chiesa di Santa Maria di Alfonsine, dove si sono svolti i funerali del 72enne Walter Cembali e dei figli Federica e Roberto

Tanta partecipazione e tanta commozione giovedì pomeriggio alla Chiesa di Santa Maria di Alfonsine, dove si sono svolti i funerali del 72enne Walter Cembali e dei figli Federica e Roberto, rispettivamente di appena 33 e 32 anni, le tre persone che sabato sono decedute in un tragico incidente contro un trattore a Glorie di Mezzano. Tantissimi i parenti e gli amici che hanno voluto essere presenti per dare l'ultimo saluto ai tre nel paese d'origine del padre Walter.

A celebrare la funzione, insieme a don Luigi Gatti, anche don Mauro Gazzelli di Cessalto, dove Walter aveva lavorato come insegnante e dove aveva conosciuto la moglie Rosaria Maniglia, scomparsa a gennaio per un male incurabile. Don Gazzelli, in quest'ultimo difficile periodo dopo la morte della moglie, era stato molto vicino a Walter. Da Cessalto giovedì mattina è partito un pullman di amici diretto ad Alfonsine per partecipare ai funerali. Dopo la messa, il corteo funebre è diretto verso il cimitero di Alfonsine. Una famiglia distrutta, un dramma che ha lasciato sotto shock la comunità.

"Il nostro essere qui oggi dice che crediamo nell'amore e nell'affetto che abbiamo ricevuto da Walter, Federica e Roberto - ha detto il parroco durante l'omelia - Queste tre morti sono ingiuste, e noi possiamo affidarle all'amore di Gesù Cristo, anche lui morto ingiustamente. Ricordo Walter quanto ha sofferto per la perdita della moglie, e ricordo quando è venuto da me a confessarsi prima del funerale. Walter, nonostante il dolore, non si è perso d'animo. Una persona umile, mite, buona. Anche oggi abbiamo bisogno di insegnanti come lui per rendere il mondo un posto migliore. Penso a Federica e Roberto: chissà quanti progetti d'amore, quanti desideri... Oggi li affidiamo al Signore".

L'incidente si è consumato sabato scorso, intorno alle 15. L'auto sulla quale viaggiavano, una "Fiat Punto", si è scontrata frontalmente contro un trattore con agganciato un rimorchio carico di erba medica, il cui conducente non ha potuto nulla per evitare l'impatto. Al volante dell'auto si trovava Walter Cembali in compagnia dei figli Roberto e Federica rispettivamente. Il padre era residente ad Alfonsine, mentre i due giovani a Forlì. La vettura stava percorrendo l'arteria in direzione Ferrara, quando improvvisamente, forse a causa di un malore del conducente, avrebbe scartato a sinistra invadendo la corsia opposta. In quel momento stava sopraggiungendo un trattore agricolo di grosse dimensioni, un "John Deere", che stava trasportando un rimorchio carico di erba medica. Tutto si è consumato troppo velocemente per consentire al conducente del "bisonte", un alfonsinese di 27 anni, una manovra per evitare il sinistro. Lo scontro è stato violentissimo e l'auto è rimasta incastrata sotto al mezzo agricolo e gli occupanti sono deceduti. Inutile la corsa disperata sul posto dei sanitari del 118, che hanno operato anche con due ambulanze. Illeso, ma sotto shock, il 27enne.

Il dramma della famiglia distrutta: "Walter era un uomo buono, mite e intelligente"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Padre e figli morti in un tragico incidente: lacrime e commozione al funerale

RavennaToday è in caricamento