Cronaca

Cercano di nascondersi tra la folla: trovati con smartphone rubati

Uno dei due extracomunitari era già stato arrestato nel 2014 per il furto con destrezza di tre telefoni in una nota discoteca del riminese.

Sono stati trovati nella notte di Ferragosto con due smartphone all'interno di uno stabilimento balneare di Marina di Ravenna. Due 21enne tunisini, in regola col permesso di soggiorno, sono stati denunciati a piede libero per ricettazione. Gli agenti della Volante della Questura bizantina li ha individuati mentre passeggiavano sul viale delle Nazioni. Alla vista della pattuglia hanno cercato di defilarsi tra la folla.

Con tempestività gli agenti sono scesi dalla Volante, riuscendo a raggiungere e bloccare i due. Nelle tasche dei pantaloni avenano due costosi telefoni oltre ad una utile chiavetta, strumento necessario per liberarsi rapidamente delle schede sim del proprietario al fine di impedire immediati accertamenti. Uno dei due extracomunitari era già stato arrestato nel 2014 per il furto con destrezza di tre telefoni in una nota discoteca del riminese.

I due sono stati indagati in stato di libertà in concorso tra di loro per ricettazione. Solo nella tarda mattinata si è riusciti a risalire alla proprietaria di uno dei due telefoni, che ha spiegato di aver subìto il furto mentre ballava in un bagno di Marina di Ravenna. Lo smartphone si trovava nella borsa.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cercano di nascondersi tra la folla: trovati con smartphone rubati
RavennaToday è in caricamento