Furti, droga, auto sfregiate: i residenti dell'Isola San Giovanni chiedono più sicurezza

Il Comitato 'Nuova Isola San Giovanni' torna a chiedere maggiore sicurezza per i residenti della zona tra la stazione ferroviaria, i giardini Speyer e le adiacenti strade

Il Comitato 'Nuova Isola San Giovanni' torna a chiedere maggiore sicurezza per i residenti della zona tra la stazione ferroviaria, i giardini Speyer e le adiacenti strade. "Dopo “attimi” di tranquillità durante i quali ci siamo illusi che le cose fossero davvero un po’ cambiate, ecco di nuovo le criticità che ci toccano da sempre - lamentano dal Comitato - Un mesetto fa un’intrusione in una casa di via Don Bosco, giorni fa un’intrusione in locali chiusi spaccando una finestra, con conseguente utilizzo dei bagni che sono stati trovati in condizioni vomitevoli, due giorni fa un furto in abitazione di via Monghini, nella notte una serie di vetture sfregiate in via Carducci, gente che si picchia, la sera spesso urli e schiamazzi fino a tardi... e gente che consuma alcol in barba all’ordinanza che lo vieterebbe; ma si sa, anzi lo sanno, che dopo una certa ora i controlli non ci sono o se ci sono sono sporadici. Sono riusciti persino a inventarsi il comprare alcol in un negozietto di alimentari e consumarlo ai tavolini del bar di fronte (a quell’ora chiuso), lasciando a terra tutti i vuoti, le cicche e quant’altro... Ci stiamo chiedendo se non sarebbe ora di vietare la vendita di alcol a questi alimentari. E le telecamere che ci sono costate tanti quattrini fanno il loro lavoro, saranno visionate spesso o solo su richiesta? Perché avendo saputo che le registrazioni “restano” solo sei giorni dovrebbero richiedere attenzioni particolari! Vorremmo puntare l’attenzione sul fatto che il problema droga esiste eccome, anche se ora con le scuole chiuse è un po’ diminuito, ma è un problema che resta nascosto e fatto di sotterfugi, poco evidente agli occhi dei più. L’alcol invece porta degrado, sporcizia, rumori molesti, bivacchi, orinatoi, e chi più ne ha più ne metta. Non da ultimo ci sono i disagi creati alle strutture ricettive che si vedono spesso cancellare prenotazioni proprio a causa di tutto quanto esposto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la moto: il guard rail gli amputa entrambe le gambe

  • I vantaggi del fitwalking, un ottimo modo per dimagrire e rimettersi in forma

  • Investita alla rotonda mentre va in bici: donna in gravi condizioni

  • Coronavirus, i divieti che restano in vigore anche dopo il 3 giugno

  • Aggredite a morsi dal cane nel cortile di casa: bambine in ospedale

  • Coronavirus, un nuovo caso e un decesso: i test sierologici scoprono gli asintomatici

Torna su
RavennaToday è in caricamento