menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta di rubare nell'auto parcheggiata ma il proprietario lo chiude dentro: scoppia la rissa

La vittima avrebbe tentato di bloccare l’intruso all’interno dell’abitacolo ma quest’ultimo, sferrando una serie di calci al vetro della portiera, sarebbe riuscito a infrangerlo

La Polizia di Stato ha sottoposto al fermo di indiziato di delitto un 35enne italiano per il reato di rapina impropria. Verso le 7.30 di lunedì una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico è intervenuta in via Marani a Ravenna, per la segnalazione di un furto commesso su di un’auto lì posteggiata.

La richiesta di intervento, effettuata da un passante al numero di emergenza della Questura, ha fornito una serie di informazioni, come la dettagliata descrizione del probabile autore del reato. Tale notizia è stata diramata all'istante via radio a tutte le volanti presenti sul territorio, che hanno iniziato le ricerche del fuggitivo. Nel frattempo, un equipaggio immediatamente sopraggiunto sul posto ha raccolto le dichiarazioni del proprietario di un’auto. L’uomo ha raccontato ai poliziotti che qualche minuto prima, mentre si stava allontanando dalla propria auto appena parcheggiata, aveva notato uno sconosciuto entrarvi dentro. La vittima, sempre secondo quanto dichiarato agli agenti, avrebbe tentato di bloccare l’intruso all’interno dell’abitacolo ma quest’ultimo, sferrando una serie di calci al vetro della portiera, sarebbe riuscito a infrangerlo per poi scendere dall’auto. Tra i due è nata una colluttazione che si è conclusa a favore del malfattore, che poi si è dato alla fuga in sella a una bicicletta.

Pochi minuti dopo, in via Bacchiglione, una volante ha rintracciato e bloccato una persona le cui caratteristiche corrispondevano a quelle del presunto ladro. L’uomo, privo di documenti, è stato accompagnato in Questura per l’identificazione. Il 35enne è risultato gravato da numerosi precedenti penali e di polizia per reati inerenti gli stupefacenti e contro il patrimonio, anche specifici come il furto su auto. Poco dopo l'uomo ha ammesso agli agenti le proprie responsabilità, pertanto è stato sottoposto al fermo di indiziato di delitto per il reato di rapina impropria e, su ordine dell’Autorità Giudiziaria, è stato accompagnato in carcere a disposizione dell’autorità inquirente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento