Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Conselice

Razzia in due aziende: refurtiva recuperata, una 28enne nei guai

La 28enne, che vanta numerosi precedenti di polizia per danneggiamento, ricettazione, furto e falsa attestazione a pubblico ufficiale, è stata denunciata per ricettazione

Gli agenti del Commissariato di Polizia di Faenza hanno recuperato materiali rubati nella stessa notte da due aziende e denunciato la persona che li deteneva per il reato di ricettazione. L'episodio si è consumato alcuni nottati fa a Cotignola. in un'azienda gli agenti hanno constatato che ignoti, poco prima, dopo essersi introdotti all’interno della ditta, avevano rubato diversi pannelli utilizzati nell’edilizia. Nell’immediato i poliziotti sono riusciti a raccogliere una serie di elementi validi all’esatta identificazione del mezzo utilizzato per il furto, un furgone Fiat Ducato di colore bianco. Gli accertamenti effettuati in banca dati dal personale presente nella Sala Operativa del Commissariato, hanno permesso di individuare la residenza dell’intestatario del veicolo ricercato. Pertanto la Volante è stata indirizzata in un’abitazione rurale che si trova ai confini con il comune di Russi.

Nei pressi della casa è stato trovato regolarmente chiuso e con il motore ancora caldo, il furgone ricercato. Poco dopo, è sopraggiunta la proprietaria del mezzo, una donna di 28 anni che, lo ha aperto su disposizione degli agenti. All’interno sono stati rinvenuti diversi prodotti di carpenteria e 12 spirali in acciaio inox per un valore totale di circa 2.500 euro rubati la stessa sera da un’azienda confinante con quella del primo intervento. Una attenta disamina dei luoghi circostanti ha permesso ai poliziotti di rinvenire anche i pannelli edili precedentemente rubati. La 28enne, che vanta numerosi precedenti di polizia per danneggiamento, ricettazione, furto e falsa attestazione a pubblico ufficiale, è stata denunciata per ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Razzia in due aziende: refurtiva recuperata, una 28enne nei guai

RavennaToday è in caricamento