Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Rubano 30mila euro di carte rare e cercano di rivenderle: tre giovani nei guai

La merce recuperata, meno della metà di quella effettivamente rubata, è stata restituita al titolare del negozio ravennate

I collezionisti lo sanno: certi oggetti possiedono un enorme valore. Così delle semplici carte Pokemon e simili possono arrivare a valere cifre esorbitanti. Ne sono ben consci i collezionisti, ma anche chi è in malafede: è il caso di tre giovani 'pizzicati' martedì a Bologna mentre tentavano di vendere della merce rubata.

Da quanto ricostruito dalla Polizia i tre - tutti riminesi, sulla ventina - si sono presentati nel pomeriggio in un negozio di giochi da tavolo e carte da collezione in via Cesare Battisti, a Bologna. L'intento era 'piazzare' un migliaio di carte Pokemon e Magic preziose. Il piano però è naufragato grazie all'intuito dell'esercente, che ha allertato le forze dell'ordine avendo saputo di un furto avvenuto nel negozio di carte 'Magic Time' di Ravenna qualche giorno prima; furto di materiale che corrispondeva alle carte mostrate dai tre.

Il 16 giugno scorso, infatti, tre persone si sono intrufolate durante la notte nel negozio di via Lago di Carezza, a Ravenna, e hanno arraffato carte e merce per un valore di ben 30mila euro. I tre sono stati ripresi dalle telecamere della zona. A verifiche effettuate, le carte - del valore di ben 12mila euro - sono risultate di provenienza furtiva: i tre giovani, infatti, sono stati riconosciuti dal negoziante ravennate come gli autori del colpo perpetrato ai danni del proprio negozio il 16 giugno.

I tre, infatti, avrebbero fatto un 'sopralluogo' al Magic Time nei giorni precedenti il furto. Per il terzetto, con all'attivo vari precedenti, è quindi scattata una doppia denuncia per furto e ricettazione in concorso. La merce recuperata, meno della metà di quella effettivamente rubata, è stata restituita al titolare del negozio ravennate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano 30mila euro di carte rare e cercano di rivenderle: tre giovani nei guai

RavennaToday è in caricamento