Furto alla Festa dell'Unità: rubate macchine fotografiche per 7000 euro

Sono nuovamente dei fotografi le vittime del furto avvenuto domenica sera nel parcheggio della Festa dell'Unità al Pala de Andrè

Sono nuovamente dei fotografi le vittime del furto avvenuto domenica sera nel parcheggio della Festa dell'Unità al Pala de Andrè. Negli ultimi mesi, infatti, sono stati diversi i casi di macchine e materiale fotografico lasciato in auto e rubato dai malviventi un po' in tutto il ravennate.

A raccontare l'episodio è il fotografo Marco Baldini: "L'auto era a circa 70 metri dall'ingresso principale dei tornelli della festa e con una volante dei Carabinieri parcheggiata a 50 metri e centinaia di passanti - spiega il 30enne ravennate - Ci hanno aperto la macchina spaccando un finestrino e ci hanno rubato l'attrezzatura fotografica, a me e a una collega. Il valore dell'attrezzatura usata è di circa 3500 euro, nuova circa il doppio. L'attrezzatura era nel bagagliaio (quindi non visibile da fuori dall'auto, ndr), probabilmente ci hanno seguito dalla torre di avvistamento nella valle Mandriole lato Lamone, a Marina Romea, dove eravamo andati precedentemente per fotografare il tramonto".

I due fotografi hanno sporto denuncia ai Carabinieri. "Se qualcuno dovesse aver visto qualcosa - continua Baldini - chiedo gentilmente di segnalarcelo, segnaliamo le matricole della nostra attrezzatura (al fine di non alimentare questo mercato nero, è molto importante quando si acquista attrezzatura fotografica usata richiedere il numero di matricola) e soprattutto diciamo a tutti di non lasciare mai la propria attrezzatura in macchina neanche per pochi istanti, ahimè noi lo facciamo sempre ma è stata una grandissima leggerezza che pagheremo a caro prezzo. In particolare fate molta attenzione nella zona delle valli di Marina Romea, sono già successi diversi casi simili al nostro".

Le matricole dell'attrezzatura rubata: Nikon D750 6035783, Nikon 14-24 f2.8 607410, Nikon 70-200 f2.8 VR (sto cercando di risalire alla matricola), Canon 5D Mark III 5260B022, Canon 70-200 f2.8 L USM 2569A018, Zaino Lowepro - Prorunner 450 AW II, Porta filtri Nisi 150mm, Filtro Haida ND1000 150mm.

La Cna ravennate esprime forti preoccupazioni per la forte escalation di furti subiti dai fotografi professionisti nel nostro territorio: "Per questo abbiamo ritenuto utile informare le imprese associate del settore segnalando il possibile rischio e chiedendo di informarci di eventuali eventi malavitosi direttamente subiti o dei quali erano semplicemente a conoscenza - spiegano dall'associazione - Anche noi abbiamo il sospetto che possa trattarsi di bande specializzate che operano in particolare sul nostro territorio, ma anche in quelli limitrofi. Nell’esprimere solidarietà agli imprenditori colpiti, chiediamo di alleforze dell’ordine di intensificare i controlli nella logica di reprimere un fenomeno che sta assumendo dimensioni e contorni sempre più preoccupanti"

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in azienda: precipita dal tetto e muore dopo un volo di otto metri

  • Si allena con la bici per l'Ironman, ma in autostrada: caos sull'A14

  • Camion resta bloccato sul ponte: "Pericolosissimo, si aspetta che crolli?"

  • Nas nell'agriturismo: maxi sequestro di miele e aceto, multe per 10mila euro

  • E' l'australiano Cameron Wurf il vincitore dell'Ironman: sul podio anche un italiano

  • "Il mare in centro storico": taglio del nastro per un nuovo ristorante di pesce

Torna su
RavennaToday è in caricamento