menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fusignano, debuttano le fototrappole contro gli "zozzoni": scattano le prime multe

Nel 2018 sono state stimate sul territorio alcune centinaia di abbandoni

A Fusignano sono scattate le prime sanzioni per chi abbandona illegalmente rifiuti: un risultato reso possibile grazie all’installazione delle nuove fototrappole. Grazie alla prima fototrappola, in funzione da dicembre, in tre mesi sono state accertate 18 violazioni al regolamento Atersir del 2018: sono state quindi comminate sanzioni per l'abbandono di materiali e rifiuti vari come mobili, frigoriferi, batterie per auto, pneumatici, eccetera, lasciati al di fuori dei cassonetti.

Le fototrappole, monitorate dalla Polizia locale, sono in grado di scattare foto sia di giorno, sia di notte, e consentono di risalire all'identità di chi abbandona i rifiuti; si tratta di strumenti mobili che vengono periodicamente spostati e coprono le aree limitrofe alle isole ecologiche e i punti critici in cui più spesso si verificano gli abbandoni. A quella già in funzione se ne aggiungeranno altre quattro, che saranno installate dal Comune di Fusignano in collaborazione con Hera. In base alle rilevazioni effettuate da Hera nel 2018 e alle segnalazioni ricevute dalla cittadinanza, si stima che nel territorio comunale di Fusignano gli abbandoni di rifiuti siano state alcune centinaia nel corso di un anno.

Le sanzioni amministrative per l'abbandono dei rifiuti vanno da 26 a 900 euro. A tale proposito giova ricordare che i cittadini possono conferire gratuitamente presso le stazioni ecologiche tutti i rifiuti urbani che, per tipologia, dimensioni o peso, non possono essere raccolti con il servizio ordinario. I materiali conferiti vengono destinati prevalentemente al recupero del materiale di cui sono composti, al recupero di energia, o destinati allo smaltimento controllato. La stazione ecologica di Fusignano è in via Romana ed è aperta dal lunedì al sabato, con fasce orarie alternate (variabili tra stagione estiva e invernale), disponibili sul sito di Hera.

Il sito web Hera pubblicizza inoltre il servizio gratuito di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti che non possono essere trasportati con facilità dai privati alle stazioni ecologiche. È possibile prenotare il servizio di ritiro e recupero chiamando il servizio clienti Hera al numero 800 999 500. A disposizione dei cittadini c'è anche il Rifiutologo, una app e sito web (www.ilrifiutologo.it)  che permette di sapere sempre come conferire correttamente i propri rifiuti. In versione App il Rifiutologo dà inoltre la possibilità di segnalare rifiuti abbandonati scattando una foto.

Nei primi giorni di maggio proseguiranno iniziative e incontri sulla tutela del territorio e sulla buona gestione e riduzione dei rifiuti. Per quanto riguarda gli investimenti dell'Amministrazione sul tema rifiuti e decoro urbano, per il 2019 sono stati previsti servizi supplementari di cura delle aree verdi e di spazzamento e pulizia del territorio, in particolare nel centro storico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento