menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un ravennate sul podio nella gara di metal detector di Cesenatico

Alla caccia di tesori sulla battigia stravince un italo-albanese, ma sul podio salgono un forlivese ed un ravennate

Malgrado i dispetti del maltempo che ha imperversato per tutto il pomeriggio su Cesenatico, è andata in archivio, con la tradizionale cornice di entusiasmo, la quinta edizione del "Garrett contest", la più importante gara italiana di ricerca con metal detector che si è disputata oggi sulla spiaggia libera tra il grattacielo ed il grand hotel. Alla fine - dopo tre manche combattutissime, il successo è andato all'italo-albanese Klevis Pajo che, con 27 gettoni trovati nella finalissima del pomeriggio, ha vinto per distacco questa quinta edizione. Ma la Romagna si è fatta onore sfiorando il successo: al secondo posto, infatti, si è classificato Simone Montaletti di Forlimpopoli e al terzo Gabriele Olei di Ravenna. E la Romagna ha occupato anche le posizioni di rincalzo: dietro ad un anconetano, infatti, si è piazzato al quinto posto il giovane Lorenzo Mazzi (20 anni) di Forlimpopoli e al sesto Wanni Ranucci di Forlì. 

La gara, organizzata dalla Securitaly di Cesenatico, si è svolta con il patrocinio del Comune e della Cooperativa Bagnini della Riviera. Presenti in piazza Costa anche lo stand del CRB 360°, il Comitato Ricerche Belliche di Walter Cortesi, e quello della Collezione Storica "Quadri - Venturi". Grande successo anche per le attesissime "detectorine" (Ilaria Di Bari, Asia Fornari, Giulia Gabanini e Ilaria Briccolani) giunte sul posto a bordo di due fiammanti Tesla. E al pubblico sono piaciute anche le illustrazioni del caricaturista cesenate Valentino Menghi che, con il suo tratto irriverente, ha regalato ai partecipanti uno splendido souvenir. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento