rotate-mobile
Cronaca

Gatti smarriti, l'associazione: "Tantissimi episodi, ecco come evitarli"

L'associazione Clama Ravenna fa il punto sui molti episodi di gatti scomparsi e racconta l'impegno dei volontari per salvare i tanti mici smarriti o abbandonati

Sono molto frequenti, purtroppo, le segnalazioni di gatti smarriti, anche nel Ravennate. Quando si tratta di animali di proprietà, gli smarrimenti riguardano mici che vengono lasciati liberi sul territorio. A fare il punto sulla situazione è l'associazione Clama Ravenna: "Purtroppo le nostre città non sono luoghi sicuri per gli animali domestici, e questi non hanno coscienza dei pericoli delle strade trafficate. In campagna la mancata messa in sicurezza dei nostri animali domestici li espone anche all’attacco di piccoli predatori".

Come riferisce l'associazione animalista, "sono innumerevoli gli episodi in cui, allertate per la scomparsa di un gatto domestico, lo abbiamo ritrovato (se fortunato) dopo settimane, anche molto distante da casa, soprattutto in caso di esemplari maschi non sterilizzati: questi, alla ricerca di femmine, percorrono chilometri e vengono coinvolte in zuffe, con conseguenti traumi e possibilità di contrarre patologie infettive molto gravi".

Una soluzione ci sarebbe. Per Clama "è indispensabile detenerli in casa, in condizioni di sicurezza, allestendo spazi ricchi di stimoli in cui possano arrampicarsi e giocare; ove possibile, strutture esterne completamente recintate arricchiscono ancora di più le esperienze dei felini domestici, senza esporli ai pericoli delle strade. Ovviamente, oltre alla messa in sicurezza è indispensabile procedere alla sterilizzazione. Dispiace moltissimo leggere di gatti scomparsi, ma per evitarlo queste sono le soluzioni".

Un suggerimento che arriva dopo tante esperienze. "Le nostre volontarie si occupano da anni di animali domestici ed hanno accudito gatti di ogni età, abbandonati come scarpe vecchie dai proprietari per qualsiasi motivo: li abbiamo ospitati in casa, nutriti, curati, sterilizzati, con grande dispendio di energie e di fondi; innumerevoli anche i gattini soccorsi, frutto della insana abitudine di non sterilizzare e di abbandonare i cuccioli, che senza i volontari perirebbero - denuncia l'associazione - E a volte le notti insonni, le corse dal veterinario e le cure costose non riescono a salvare vite spezzate dall’ignoranza e dalla malvagità umane".

"Quello che le nostre volontarie fanno, ogni giorno, è collaborare seriamente con veterinari convenzionati, gestendo da anni situazioni causate da rinunce di proprietà ed abbandoni, e curando le colonie feline in cui ogni gatto ha un nome, è amato e curato. Perché tutto questo finisca - conclude Clama - sono necessarie campagne di sensibilizzazione, maggiori disponibilità di sterilizzazioni tramite Ausl di gatti di colonia, ed adozioni consapevoli: se non si è disposti a curare, mettere in sicurezza ed amare il proprio animale anche quando questo sarà anziano e malato, meglio un Trudy".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatti smarriti, l'associazione: "Tantissimi episodi, ecco come evitarli"

RavennaToday è in caricamento