Gattini gettati in un fosso, due muoiono: un ragazzo salva gli altri fratellini

Ancora una giornata nera per quanto riguarda l'abbandono di animali, un gesto crudele e ingiustificabile. A denunciarlo sono i volontari dell'Infermeria Felina Enpa di Bizzuno

Ancora una giornata nera per quanto riguarda l'abbandono di animali, un gesto crudele e ingiustificabile. A denunciarlo sono i volontari dell'Infermeria Felina Enpa di Bizzuno: "Lunedì sono stati ritrovati quattro gattini abbandonati in un fosso nella strada che da Alfonsine va in direzione Longastrino. Probabilmente gettati, due di loro sono stati schiacciati. Un ragazzo, passando poco dopo e accortosi dell'accaduto, si è subito fermato e ha visto gli altri due ancora nel fosso. Inutile immaginare cosa abbiano potuto provare questi piccoli esseri indifesi. Il giovane che ha salvato gli altri due li ha portati dal veterinario per un controllo. Ora sono da noi in infermeria. L'autore di questo gesto atroce dovrebbe pagare perché ha commesso un reato penale. Se qualcuno avesse notato qualcosa ci contatti privatamente. Questi cuccioli sono vittime di mancate sterilizzazioni per l'ignoranza e la mancanza di responsabilità da parte delle persone. Una vergogna che si ripete ormai incessantemente da inizio maggio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento