Gattini abbandonati di fianco a un bidone, Clama: "Frutto di mancate sterilizzazioni"

L'associazione ha dato vita in aprile al progetto "Maria Elena" per sterilizzazioni gratuite o a prezzi popolari di animali da compagnia

Con la primavera ripartono i tristi abbandoni di gattini. Ultimi ritrovati, quattro cucciolini gettati in una scatola a San Pancrazio accanto a un bidone dell'immondizia: nello stesso luogo lo scorso anno erano stati abbandonati altri tre gattini.

"I piccoli erano sfiniti, senza neppure una copertina o un telo a proteggerli dai rigori delle temperature notturne, sicuramente senza cibo da giorni e senza più voce per avere miagolato a lungo per richiamare la mamma; la gatta sarà di certo alla ricerca disperata dei piccoli, che stava ancora allattando - spiegano dall'associazione Clama, che si occupa delle adozioni degli ospiti del canile di Ravenna - Procederemo con una denuncia contro ignoti per abbandono e maltrattamento di animali; il giudizio morale nei confronti del mentecatto senza cuore lo lasciamo invece alle coscienze personali. Sofferenza e morte di cuccioli sono il frutto di mancate sterilizzazioni, considerate da troppi ancora "contro natura" (naturalissimo, invece, deve parere strappare alle mamme e condannare a morte certa i piccoli innocenti)".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'associazione ha dato vita in aprile al progetto "Maria Elena" per sterilizzazioni gratuite o a prezzi popolari di animali da compagnia: "Con le agevolazioni previste nel progetto non esistono più scuse - continuano da Clama - contattateci al più presto per evitare inutili sofferenze e per prevenire patologie importanti nel vostro cane o gatto. Purtroppo per questi mesi prevediamo ancora segnalazioni di gattini abbandonati, e quelli che non finiranno la loro breve vita sotto un'auto o stremati da fame e malattie avranno bisogno di un luogo sicuro per essere accuditi in attesa di un'adozione. Chiediamo quindi ai cittadini con questo tipo di competenza la disponibilità ad accogliere i piccolini che non troveranno posto negli spazi ormai limitati in casa delle volontarie. Cibo e cure saranno forniti dall'associazione, e riconoscenza infinita dai piccoli salvati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un ravennate in Nuova Zelanda: "Guardavano noi italiani con diffidenza, ora il panico è arrivato anche qua"

  • A pochi giorni di distanza il Coronavirus porta via marito e moglie

  • Schianto fatale all'incrocio con un camion: perde la vita un 78enne

  • Schianto all'incrocio con un camion: anziano in ospedale in condizioni gravissime

  • Inquinamento alle stelle, valori record in tutta la Romagna: la spiegazione di Arpae

  • Terrore in strada: spoglia una donna e la palpeggia, minore denunciato per violenza sessuale

Torna su
RavennaToday è in caricamento