rotate-mobile
Cronaca

Grazie alla generosità del Safari, arriva il nuovo carrello porta libri alla Biblioteca dell’ospedale

L'azienda ha “adottato” la Biblioteca “Enrico Liverani” con il progetto di portare i libri in corsia: un carrello appositamente attrezzato permetterà alla biblioteca di viaggiare su ruote

Mercoledì alla biblioteca dell’ospedale “Santa Maria delle Croci” è stato consegnato il nuovo carrello porta libri da parte di Safari Ravenna alla presenza dell’assessore alla Cultura Fabio Sbaraglia, del direttore del Presidio Medico Ospedaliero di Ravenna Paolo Tarlazzi, di Patrizia Baratoni, referente per il presidio ospedaliero della della comunicazione sociale delle donazioni e del fundraising, della responsabile del Marketing e Comunicazione di Safari Ravenna, Margherita De Punzio e della direttrice dell’Istituzione Biblioteca Classense Silvia Masi.

La donazione è stata fatta all’interno del progetto del Comune di Ravenna “Adotta un progetto sociale - diventa un’azienda solidale” che ha come scopo mettere in rete le associazioni di volontariato che operano nel territorio di Ravenna con le aziende locali, affinché queste ultime possano sostenerne le attività, e promuovere progetti innovativi, per il bene della comunità.

L’azienda Safari Ravenna ha “adottato” la Biblioteca “Enrico Liverani”, operativa all’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna, con il progetto di portare i libri in corsia: un carrello appositamente attrezzato permetterà alla biblioteca di viaggiare su ruote e quindi accompagnare la degenza di adulti e bambini trasformando il tempo doloroso e spesso noioso del ricovero, in un tempo più sereno, popolato da storie, personaggi, mondi fantastici.

“Ogni anno partecipiamo con grande piacere all’iniziativa promossa dal Comune di Ravenna - afferma Margherita De Punzio, responsabile del Marketing e della Comunicazione di Safari Ravenna - e quest’anno, insieme ad altri progetti che il Safari Ravenna ha scelto di sostenere, abbiamo immediatamente scelto di appoggiare questo bellissimo progetto che, in linea con la nostra mission aziendale, contribuirà alla diffusione della conoscenza del mondo animale con il valore aggiunto di alleviare momenti difficili".

Safari Ravenna è infatti un parco faunistico e zoologico, un’area naturale a impatto zero che è stata studiata per potenziare il ruolo nella conservazione della biodiversità, allo scopo di proteggere la fauna selvatica, tutelare il benessere di differenti specie animali e salvaguardare quelle a rischio di estinzione. L’Istituzione Biblioteca Classense rivolgerà pertanto un focus particolare alle letture in corsia che riguardano gli animali, l’ambiente e la loro cura.

L’attività denominata “libri in corsia” sarà resa possibile grazie al lavoro, alla passione, alla generosità di un gruppo di volontarie che, dopo aver seguito un corso di formazione incentrato non solo sulla letteratura per l’infanzia ma anche sulla conoscenza delle dinamiche ospedaliere e delle relazioni umane, garantisce sempre la presenza di almeno due persone per coprire i turni della giornata, quello della mattina e quello pomeridiano. Il progetto prende vita e spunto da altre realtà ed esperienze già consolidate in altre strutture ospedaliere della Toscana (il Meyer di Firenze) e dell’Emilia-Romagna (il Policlinico di Modena). In queste esperienze, i libri diventano mediatori e alleati, che annullano barriere e differenze di nazionalità, ceto sociale, patologia.

Il progetto, che arriva a compimento con la consegna del carrello attrezzato, segna anche il settimo anno di attività della Biblioteca Enrico Liverani, dedicata all’assessore del Comune di Ravenna e appassionato lettore, scomparso nel 2015. Facente parte del Sistema Urbano dell’Istituzione Classense, è una biblioteca pubblica aperta a tutte e tutti anche se rivolta principalmente ai degenti e ai loro familiari così come a tutto il personale sanitario e non che a vario titolo frequenta l’ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grazie alla generosità del Safari, arriva il nuovo carrello porta libri alla Biblioteca dell’ospedale

RavennaToday è in caricamento