Cronaca

Giochi per bambini nei parchi ancora vietati: l'ordinanza di Massa Lombarda

"Tale provvedimento è opportuno al fine di organizzare al meglio gli spazi e la relativa gestione delle aree dedicate ai bambini e agli adolescenti e garantire la tutela della salute pubblica di tutti coloro che vi accedono"

Giochi per bambini non ancora utilizzabili a Massa Lombarda. In attesa di chiarimenti governativi sull’applicazione dell’allegato 8 del dpcm 17 maggio 2020 (“Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzative di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza Covid"), che impongono specifiche attività di manutenzione ordinaria e controllo periodico degli spazi e dei relativi confini, di gestione e controllo/supervisione, oltre che di pulizia approfondita (almeno giornaliera) e verifica periodica delle condizioni igieniche degli arredi e delle attrezzature disponibili nelle aree giochi, il sindaco Daniele Bassi ha emanato un'ordinanza in cui si vieta l'utilizzo delle attrezzature ludiche e ricreative (es. giochi per i bambini, gazebo e relativi arredi) interne ai parchi, ai giardini e agli spazi verdi pubblici, presenti su tutto il territorio comunale, in ambito sia urbano che extra urbano. "Tale provvedimento è opportuno al fine di organizzare al meglio gli spazi e la relativa gestione delle aree dedicate ai bambini e agli adolescenti e garantire la tutela della salute pubblica di tutti coloro che vi accedono", si legge nell'ordinanza.

"Assurdo tenere ancora chiusi i giochi per i bimbi nei parchi - commenta Mauro Bertolino, coordinatore Emilia Romagna Alleanza di Centro per i territori - Il comune di Ravenna ha deciso in questi giorni di riaprire tutti i giochi nei parchi e aree verde comunali adottando una procedura di sanificazione giornaliera. Crediamo che questa decisione debba essere di esempio e far da traino per tutti i comuni della provincia di Ravenna, tanto più che alcune aree gioco del comune di Ravenna erano aperte già da tempo e questo non ha comportato aumento dei contagi fino ad oggi. In aree aperte ove la trasmissione del contagio si può evitare seguendo semplici raccomandazioni come il
distanziamento e la disinfezione e il lavaggio delle mani, l’arma più potente che abbiamo e il buon senso delle persone e nel quadro generale attuale credo che fiducia vada riposta nei cittadini anche nell’importanza di garantire un po' di svago e di una nuova, seppur filtrata, socialità ai tanti bambini del nostro territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giochi per bambini nei parchi ancora vietati: l'ordinanza di Massa Lombarda

RavennaToday è in caricamento