Cronaca Conselice

L'associazione Demetra al fianco delle donne: dal 2005 oltre 600 casi di bisogno

Ad Alfonsine domenica alle 19 nella sala dello Sci club di piazza Monti ci sarà la presentazione del libro "Uomini che (odiano) amano le donne" (2013, Marea Edizioni) di Monica Lanfranco; un ricco buffet accompagnerà la presentazione

I Comuni della Bassa Romagna celebrano la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne con un calendario ricco di iniziative. Tanti i momenti di riflessione, spunti offerti dagli spettacoli teatrali, mostre, presentazioni di libri che orbiteranno attorno alla simbolica data del 25 novembre: tutte iniziative nate con lo scopo di condannare la violenza di genere e celebrare il ruolo della donna nelle società di ogni epoca e luogo.

Il calendario delle iniziative "è frutto di un lavoro corale, sinergico - ha dichiarato il sindaco di Conselice e referente per le Pari opportunità dell’Unione, Paola Pula -. Abbiamo ritenuto che fosse più valido fare un calendario unico, a livello basso romagnolo, comprensivo di tutti gli eventi che si svolgeranno nei nove comuni. Abbiamo messo a punto un tavolo Interforze che, oltre a Questura, Carabinieri, Ausl, medico referente del pronto soccorso, include anche Demetra. Questo ci permette di dare risposte rapide ed efficaci”.

“Non lavoriamo in un’ottica di emergenza, ma strutturale: riteniamo importante anche fare una riflessione sui numeri ed eventualmente pensare a nuove strategie - ha annunciato Nadia Somma, ex presidente dell’associazione Demetra-donne in aiuto, oggi addetta stampa -. Da fine 2005, quando Demetra è nata, ad oggi, abbiamo accolto 610 donne; ne sono state ospitate in emergenza 51 e 50 minori. Solo nel 2014 ne sono state accolte 122, cifra record per noi. L'aumento è dato dall'emersione, dovuta a una maggiore disponibilità del centro d'ascolto e al suo rafforzamento”.

Ad Alfonsine domenica alle 19 nella sala dello Sci club di piazza Monti ci sarà la presentazione del libro "Uomini che (odiano) amano le donne" (2013, Marea Edizioni) di Monica Lanfranco; un ricco buffet accompagnerà la presentazione. Sabato 21 novembre alle 20.30 nell'auditorium delle scuole medie di via Murri ci sarà lo spettacolo teatrale dell’associazione Artemide “Stra-ordinarie”, voci e storie di donne che da circa 4 anni viene rappresentato in giro per la Romagna e che riscuote sempre molto successo, emozionando e al contempo creando tanta energia positiva. Si tratta di uno spettacolo con musica e canzoni dal vivo, che accompagnano la lettura di biografie e le immagini di donne famose (appunto straordinarie) che hanno segnato la storia, anche del genere femminile, con le loro battaglie e le loro azioni.

Quale filo conduttore del mese e delle iniziative, è stato inoltre realizzato ed esposto in tutti gli edifici pubblici un manifesto della pittrice alfonsinese Ottaviana Foschini e della fotografa Wilma Guerrini; il manifesto è disponibile anche in formato A3 per chiunque lo voglia utilizzare. Infine, il 25 novembre l'amministrazione comunale in collaborazione con InconTRAdonne e Demetra - donne in aiuto sarà presente nelle piazze alfonsinesi per sensibilizzare e ricordare le donne vittime di violenza. 

A Bagnacavallo le iniziative si svolgeranno nel convento di San Francesco (in via Cadorna).  Alle 20.30, nella Sala Oriani, sarà presentato il progetto "Le parole delle donne" dedicato allo studio di alcuni documenti conservati presso l'archivio bagnacavallese dove si narrano le storie di Cahtellina, Benvenuta, Santa e Maria, donne del XIV secolo vittime di violenza, stupro e omicidio. Il progetto è stato realizzato nell'ambito del concorso regionale "Io amo i beni culturali" dall'Archivio storico comunale di Bagnacavallo e dal liceo Torricelli di Faenza (classi seconde anno scolastico 2014-2015, indirizzo Scienze umane). 

A seguire, alle 21.30, nella Sala delle Capriate, verrà proiettato il video dedicato al progetto “Un brutto spettacolo”, pièce teatrale a cura della Compagnia Magazzino Fs di Cotignola, per la regia di Piero Nabendu Zama: una commedia ricca di personaggi, capace di trattare il tema della violenza sulle donne con uno sguardo a volte ironico a volte più riflessivo, facendo leva sull’incontro e scontro delle storie private di sette personaggi. L'iniziativa è organizzata dal Comune di Bagnacavallo in collaborazione con lo Spi-Cgil. L'ingresso è libero.

Nel mese di novembre la Rocca sforzesca di Bagnara di Romagna si trasforma in un luogo dedicato alle donne. Ad aprire una serie di iniziative culturali sarà la personale della pittrice ravennate Nicoletta Spinelli, che verrà inaugurata sabato 7 novembre alle 17; intitolata “Nella Sala degli Specchi. Viaggio di una donna verso la consapevolezza”, raccoglie una serie di grandi tele che ripercorrono l’evoluzione stilistica e tematica dell’artista negli ultimi anni. La mostra rimarrà allestita fino al 29 novembre, visitabile da martedì a venerdì dalle 15 alle 18 e sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Oltre alla mostra nelle domeniche 15, 22, 29 novembre torna la rassegna letteraria di incontri con gli autori, “Trame di vita: donne e coraggio”, quest’anno dedicata interamente a storie di donne, con tre appuntamenti sempre alle 17.30. Apre Marilù Oliva con un excursus attraverso i suoi romanzi, in cui le figure femminili assumono ruoli dominanti e spesso particolari; a seguire Paolo Casadio, autore del romanzo “La quarta estate” (Piemme), e infine Evaristo Campomori, con il romanzo biografico “Ernesta una donna tra due guerre”, già vincitore di numerosi premi.

Chiude il ciclo di eventi culturali la serata musicale di mercoledì 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne: nella Sala consiliare della Rocca alle 20.30 andrà in scena “L’armonia è donna”, con Marisa Galanti e Mirella Gagliardi. A Lavezzola domenica 22 novembre alle 17 nella Sala Comunale il Caffè delle ragazze presenta “Nastri rossi da S/legare”, spettacolo teatrale dedicato a sei figure femminili che hanno avuto un ruolo determinante nello sviluppo della comunità conselicese. Domenica 29 novembre dalle 15 alle 17 in piazza Felice Foresti a Conselice si terrà un laboratorio creativo e gratuito di tessitura, aperto a tutti e condotto da Antonietta Righetti. Il pomeriggio sarà deliziato dalle torte offerte dal caffè delle ragazze. Ai partecipanti è chiesto di portare una sedia e un gomitolo colorato. L’iniziativa è organizzata dal Comune di Conselice in collaborazione con Il caffè delle ragazze.

A Cotignola sabato 28 novembre alle 21 andrà in scena “Taddrarite”, a cura di Cambio Binario di Cotignola in collaborazione con il Comune di Cotignola. Taddrarite ha vinto il Roma Fringe Festival 2014, ed è stato premiato anche come miglior drammaturgia (Luana Rondinelli) e miglior attrice (Claudia Gusmano); è una storia al femminile che viaggia sul filo tra ironia e tragedia. Ingresso unico 10 euro; per informazioni e prenotazioni: 373 5324106, email info@cambiobinario.it. A Fusignano al centro culturale “Il Granaio”, in piazza Corelli, sabato 14 novembre alle 17 inaugura la mostra “Andata e ritorno”, storie di badanti nella Bassa Romagna a cura di Marina Guerra (fotografa) e Stefania Vecchi (artista visiva). La mostra rimarrà allestita fino al 29 novembre (info e orari sul sito www.comune.fusignano.it, telefono 0545 955653).

A Lugo nella mattina di mercoledì 25 novembre al mercato cittadino sarà distribuito “un palloncino contro la violenza alle donne”; alle 11 ci sarà la deposizione di fiori sul monumento dedicato alle donne vittime di violenza, presso il Parco del Loto. Inoltre, venerdì 27 novembre al Salone Estense della Rocca, dalle 9 alle 14,  ci sarà il convegno “La violenza dimenticata - Femminicidio: quando le vittime sono le donne anziane”, un momento di riflessione e confronto a cura dell’associazione Demetra - donne in aiuto di Lugo.

Dal 19 al 29 novembre a Massa Lombarda nella Sala del Carmine, sarà allestita una mostra curata dagli artisti locali Rossella Ricci e Lamberto Caravita dal titolo “L'amore è amore soltanto”: si tratta di un progetto collettivo contro la violenza sulla donna e il femminicidio, realizzato in collaborazione con l'Associazione culturale Adda. Inoltre, mercoledì 25 novembre, sempre alla Sala del Carmine, alle 20.30 sarà l'occasione per riflettere sul tema della violenza di genere con la proiezione del film “La fontana della vergine”  diretto da Ingmar Bergman.

A Sant’Agata sul Santerno l'associazione Demetra - donne in aiuto organizzerà la proiezione di filmati sulla violenza alle donne presso il circolo Anspi di Sant’Agata, in serate da destinarsi. Venerdì 27 novembre al Salone Estense della Rocca di Lugo, dalle 9 alle 14 “Demetra - donne in aiuto” organizza il seminario “La violenza dimenticata - femminicidio: quanto le vittime sono donne anziane”. Il seminario intende offrire una riflessione multidisciplinare su un fenomeno diffuso e, purtroppo, ancora largamente sommerso: la violenza sulle donne anziane. Gli interventi dei relatori saranno orientati ad approfondire le condizioni di vita delle donne anziane, esposte a plurime vulnerabilità, come dimostrato da ricerche nazionali ed europee, oltre che da testimonianze del territorio. Sono previsti 5 crediti per l’Educazione continua in Medicina per gli assistenti sociali. Per ulteriori informazioni, contattare Demetra al numero 0545 27168, email demetradonneinaiuto@virgilio.it.

Infine, l'associazione Donne della Bassa Romagna - Artemide ha indetto la terza edizione  del concorso fotografico nazionale “Il tempo delle donne”. Il concorso vuole rappresentare attraverso le immagini della vita quotidiana il caleidoscopio di esperienze, ruoli, impegni, responsabilità delle donne: sollecitare l'attenzione ai tempi di vita delle donne attraverso il linguaggio delle immagini. Per ulteriori informazioni, consultare il sito internet www.labassaromagna.it, oppure inviare una email a iltempodelledonne@virgilio.it. La “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” è stata istituita nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per ricordare tutte le donne vittime di violenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'associazione Demetra al fianco delle donne: dal 2005 oltre 600 casi di bisogno
RavennaToday è in caricamento