rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Giornata di sensibilizzazione dell'udito: ecco dove fare un esame gratuito

L'Azienda Usl della Romagna aderisce all’iniziativa coordinata dalle Unità Operative di Otorinolaringoiatria che per l’occasione offrono la possibilità di prenotare un esame gratuito dell’udito

‘La prevenzione dei danni da rumore in età scolastica’: questo il tema al centro della Prima Giornata di Sensibilizzazione dell’udito organizzata per il 1 aprile dalla Società Italiana di Otorinolaringologia e Chirurgia Cervico-Facciale (SIOeChCF) con la cooperazione della Società Italiana di Audiologia e Foniatria (Siaf) e delle Associazioni di pazienti e parenti di soggetti ipoacusici, tra cui Fiadda Cesena aps - Associazione per i Diritti delle Persone sorde e Famiglie.

Anche l’Azienda Usl della Romagna aderisce all’iniziativa coordinata dalle Unità Operative di Otorinolaringoiatria che per l’occasione, nella mattinata del 1 aprile, offrono la possibilità di prenotare un esame gratuito dell’udito ai giovani che non hanno ancora compito i 18 anni. Obiettivo dell’iniziativa è quello di sensibilizzare la popolazione, con particolare attenzione ai bambini e ai giovani, riguardo ai danni uditivi causati nel tempo dalla prolungata esposizione a suoni forti, compresa la musica ascoltata in cuffia con volumi troppo alti, come peraltro ha evidenziato la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità.

Come e dove prenotare nel ravennate

Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Forlì – Faenza: la prenotazione potrà essere effettuata il 1 aprile, dalle 8,30 alle 13.00, contattando il numero 3355998264. Gli esami saranno effettuati nei giorni successivi nell'Ambulatorio di Faenza.

Unità Operativa di Otorinolaringoiatria Ravenna: la prenotazione potrà essere effettuata il giorno 1 aprile, dalle 8,00 alle 10.00, contattando il numero 0544/287011 Gli esami saranno effettuati nei giorni successivi negli ambulatori del Centro Audio Foniatrico presso il Cmp di Ravenna. La campagna informativa ‘Non farti fregare, non abboccare! Proteggi il tuo udito!'.

La campagna informativa

Se le tue cellule ciliate, presenti nell’orecchio interno, sono esposte a troppi suoni ad alto volume, superi la “tolleranza giornaliera di esposizione ai rumori” e le tue orecchie vengono danneggiate. Nel tempo questo si traduce in una perdita dell'udito progressiva che può portare alla sordità. Il rischio di perdere l'udito dipende da quanto forte, per quanto tempo e con quale frequenza siamo esposti a suoni forti. Questa esposizione pericolosa può avvenire tramite dispositivi audio personali, o nell'ambiente circostante in luoghi di intrattenimento, autodromi, palestre, nelle mense scolastiche o nel traffico. È perciò fondamentale adottare un comportamento di ascolto quotidiano che tenga conto di alcuni parametri per evitare di diventare sordi.

Ecco cosa puoi fare per proteggere il tuo udito: mantieni un volume basso entro gli 80 decibel come limite massimo, per non più di 40 ore alla settimana. Indossa dei tappi per le orecchie quando vai nei locali che hanno musica ad alto volume, negli autodromi, negli stadi che ospitano spettacoli sportivi o concerti. Utilizza cuffie che riducono il rumore di fondo in automatico, così non dovrai alzare il volume della musica o del telefono in ambienti rumorosi, come ad esempio sugli autobus o nei treni. Monitora e rispetta i livelli di ascolto durante la tua giornata facendo in modo che tu rimanga all’interno del range settimanale di tolleranza dei rumori. Esistono delle app che indicano i decibelpresenti negli ambienti come classi, palestre, discoteche. Limita il tuo uso quotidiano di dispositivi elettronici collegati a cuffie. Limita il tuo tempo trascorso in luoghi rumorosi: prenditi delle pause di silenzio (vai in luoghi tranquilli e poco rumorosi per far riposare le tue orecchie), tieniti lontano dalle sorgenti sonore (come casse o altoparlanti), riduci il più possibile la frequentazione di luoghi rumorosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata di sensibilizzazione dell'udito: ecco dove fare un esame gratuito

RavennaToday è in caricamento