rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Cronaca Cervia

Anche Cervia celebra la "Giornata mondiale contro la violenza alle donne"

"A differenza degli anni precedenti, quest'anno si è spostata l'attenzione sugli autori della violenza, e sulla cura degli uomini violenti", affermano l'assessore alle Pari Opportunità, Rossella Fabbri, e l'assessore alla Comunità, Gianni Grandu

Anche quest'anno, in occasione del 25 novembre giornata mondiale contro la violenza alle donne, l'amministrazione comunale di Cervia propone una serie di eventi, a partire da giovedì, con la presentazione del libro Io non mi arrendo di Carla Baroncelli e del fotografo Giampiero Corelli. In questa giornata di avvio dei lavori, verrà inaugurata la mostra luminosa nei locali del centro comunale ScambiaMenti, via Ippolito Nievo.

"A differenza degli anni precedenti, quest'anno si è spostata l'attenzione sugli autori della violenza, e sulla cura degli uomini violenti - affermano l'assessore alle Pari Opportunità, Rossella Fabbri, e l'assessore alla Comunità, Gianni Grandu -. Per questo motivo sabato si dedicherà spazio alle esperienze di ascolto e presa in carico degli uomini autori di violenza, da parte degli operatori dell'Associazione il Cerchio degli Uomini di Torino, Roberto Poggi e Domenico Matarozzo, nello stesso tavolo il Renato Denti tratterà i percorsi di cura di donne vittime di violenza. Gli eventi saranno arricchiti dall'intervento di Alessandro Vanoli, docente dell'Università di Bologna che affronterà la violenza di genere con una lettura sociale e antropologica".

"La rassegna è stata nominata Parole e Immagini, perché alle “parole” - spiegano Fabbri e Grandu - sono state affiancate le “immagini”, alla prima mostra luminosa si aggiunge il lavoro dei fotografi cervesi del Gruppo Ambasciatori di Cervia dall'alba al tramonto, che hanno volontariamente offerto la loro arte in sintonia con i contenuti delle conferenze. Con cura e impegno i fotografi cervesi hanno rappresentato attraverso le loro immagini l'importanza dei legami sociali ed affettivi. La mostra che ha per titolo il rispetto non si educa - si guarda verrà inaugurata venerdì nella Sala Musa Magazzini del Sale, visitabile fino al 14 dicembre".

"Sarà possibile inoltre poter partecipare a due proiezioni cinematografiche, la prima il 25 novembre presso il centro ScambiaMenti, Moolaadè del regista senegalese Sembene Ousmane, che si occupa di un argomento non sempre affrontato adeguatamente, ma purtroppo ancora di attualità, la violenza alle bambine  a causa di pregiudizi culturali e religiosi - concludono gli amministratori -. In data 26 novembre al cinema Sarti, verrà proiettato il film Locke del regista Steven Knight, una visione per alcuni aspetti anche brillante, che pone l'accento sul disagio relazionale di un uomo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche Cervia celebra la "Giornata mondiale contro la violenza alle donne"

RavennaToday è in caricamento