rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca

Giornata nazionale del Braille: una delegazione di non vedenti in Comune

Il consigliere regionale dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti Luciano Zanoni ha illustrato il funzionamento del sistema Braille, generato dalle combinazioni di sei puntini, compresi in una casella rettangolare, su due colonne verticali di tre puntini ciascuno

In occasione della settima Giornata nazionale del Braille, l’unico strumento attraverso il quale le persone cieche accedono all’istruzione alfabetica, una delegazione dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, la cui sezione ravennate è presieduta da Angelo Lolli, è stata ricevuta in municipio dal vicesindaco Giannantonio Migozzi. Il consigliere regionale dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti Luciano Zanoni ha illustrato il funzionamento del sistema Braille, generato dalle combinazioni di sei puntini, compresi in una casella rettangolare, su due colonne verticali di tre puntini ciascuno.

Ha inoltre parlato dei numerosissimi campi di applicazione di tale sistema. Ad esempio, forse non tutti sanno che esistono orologi con il quadrante in Braille e il vetro apribile, in modo che se si vuole sapere l’ora si solleva il vetro e la si legge sul quadrante; o una ‘bustina’ plastificata delle dimensioni di un bancomat inserendo nella quale banconote e monete si è in grado di leggerne il valore. Anche i pc – ha spiegato Zanoni – sono oggi dotati di display e tastiere in braille.

Il vicesindaco Mingozzi ha espresso a Zanoni e a tutta la delegazione la propria “ammirazione per lo spirito positivo con il quale vi sapete dotare di strumenti e opportunità in grado di migliorare le vostre condizioni di vita, superando gli ostacoli che un problema di salute così grave vi pone davanti. Ci state dando un grande esempio, insegnandoci che con la volontà i problemi si superano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata nazionale del Braille: una delegazione di non vedenti in Comune

RavennaToday è in caricamento