rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Giovani in piazza per lo Sciopero globale per il clima: "Salvaguardiamo il nostro futuro"

Anche a Ravenna si svolge il 'Global Climate Strike', lo sciopero globale per il clima indetto da Fridays for Future

Venerdì mattina anche a Ravenna, in piazza Kennedy, si svolge il 'Global Climate Strike', lo sciopero globale per il clima indetto da Fridays for Future in oltre 70 città italiane. Aderiscono alla manifestazione rappresentanti di Fridays for Future Faenza, Per il Clima – Fuori dal fossile Ravenna, Legambiente, Ortisti di Strada e hanno preso la parola diversi studenti di Ravenna.

"L’autunno 2021 sarà, sia a livello locale che internazionale, un momento storico estremamente importante per la realizzazione della transizione ecologica - spiegano gli organizzatori - Infatti manca poco più di un mese alla COP26, meeting internazionale che si terrà in Scozia, dove i paesi di tutto il mondo saranno tenuti a presentare il loro piano di contrasto alla crisi climatica. La COP26 sarà un incontro estremamente importante perché i prossimi 6 o 7 anni sono gli ultimi che ci restano per evitare quelli che la comunità scientifica definisce “punti di non ritorno”; momenti in cui la CO2 emessa nell'atmosfera raggiunge un livello tale da causare eventi climatici estremi, irreversibili ed imprevedibili".

"A Ravenna invece manca poco alle elezioni comunali, e allo stesso tempo la nostra città nell’ultimo anno è stata al centro dei riflettori nazionali per quanto riguarda importanti temi ambientali come il consumo di suolo e la realizzazione dell’impianto Carbon Capture and Storage che Eni intende realizzare a largo delle coste di Ravenna - continuano dalla rete di Fridays for Future - Perciò riteniamo che oggi sia il momento giusto per prendere una posizione chiara e netta verso la transizione ecologica e la salvaguardia del nostro futuro".

"Tutte le forze politiche che sostengono l’attuale sindaco (ma anche molte che su altri temi stanno all’opposizione) si dichiarano a parole per la svolta energetica, ma vi si oppongono nella quotidianità - aggiungono da Ravenna in Comune, che sostiene la manifestazione - Si fanno fotografare a piantare alberelli e poi favoriscono in ogni modo le estrazioni del gas, tanto per fare un esempio. A causa di questo la dichiarazione di emergenza climatica approvata dal consiglio comunale è rimasta una vuota dichiarazione di intenti. Lo sciopero serve anche a stanare i finti “coraggiosi” dai loro sicuri rifugi. Si facciano vedere anche loro in piazza e aiutino nella prossima consigliatura ad applicare i principi enunciati nella dichiarazione di emergenza climatica. Ravenna in Comune c’è e continuerà a essere nelle piazze con la stessa coerenza dimostrata di sempre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovani in piazza per lo Sciopero globale per il clima: "Salvaguardiamo il nostro futuro"

RavennaToday è in caricamento