menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro di vite sulle strade di Marina: controlli con etilometro e 'drogometro'

E' scesa in campo una vera e propria task force per il contrasto della guida sotto l’effetto di bevande alcoliche e di sostanze stupefacenti e psicotrope

Operazione "Strade Sicure" quella messa in campo nella serata di domenica a Marina di Ravenna da parte della Polizia di Stato. Dopo le notizie degli ennesimi gravi incidenti stradali arriva una risposta forte da parte delle istituzioni: così, con ordinanza del Questore di Ravenna Rosario Eugenio Russo e dispositivo a firma del Dirigente del Compartimento Polizia Stradale per l’Emilia Romagna Piera Romagnosi, nella serata della movida di Marina di Ravenna è scesa in campo una vera e propria task force per il contrasto della guida sotto l’effetto di bevande alcoliche e di sostanze stupefacenti e psicotrope.

I controlli, coordinati dal Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Ravenna Cateria Luperto, hanno visto l’impiego di cinque pattuglie della Polizia Stradale, l’Ufficio Mobile con il Medico Principale della Questura di Ravenna Gennaro D’Aniello, due equipaggi della Polizia Locale di Ravenna e una pattuglia con unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza di Ravenna. Sono stati sottoposti a verifica più di 100 veicoli e 120 persone. L’attività di monitoraggio è stata, in primis, finalizzata al contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e sostanze stupefacenti e psicotrope. I conducenti sono stati controllati prima con accertamenti preliminari mediante "alcoolblow" e, in caso di positività, con accertamento mediante etilometro. I controlli sullo stato di alterazione dovuta all’assunzione di sostanze stupefacenti e psicotrope sono stati effettuati mediante il cosiddetto “drogometro”, un dispositivo pretest che, al pari dell'etilometro, è in grado di rilevare in pochi minuti se una determinata persona ha assunto di recente sostanze stupefacenti; il drogometro, infatti, permette di accertare, attraverso l'analisi di un tampone salivare, la presenza di una o più delle seguenti sostanze stupefacenti: cocaina, oppiacei, cannabinoidi, anfetamine e metanfetamine.

Il test preliminare mediante “drogometro” è stato effettuato dal Medico Principale della Questura di Ravenna su diversi conducenti di veicoli che, al momento del controllo, hanno evidenziato una sintomatologia compatibile con l’assunzione di sostanze stupefacenti; tra questi, uno in particolare è risultato preliminarmente positivo a cocaina e anfetamina. I controlli, poi, sono stati mirati non solo al contrasto della guida sotto l’effetto di bevande alcoliche e sostanze stupefacenti, ma in generale al contrasto delle altre principali cause di incidentalità stradale e all’uso dello smartphone durante la guida e all’eccesso di velocità.

Nel corso dell’attività condotta dalla Polizia di Stato, dalla Guardia di Finanza con unità cinofila antidroga e dalla Polizia Locale di Ravenna è intervenuto anche il Vice Sindaco di Ravenna Eugenio Fusignani, che ha voluto complimentarsi con gli operatori di Polizia presenti per l’importante lavoro di prevenzione e la lotta contro il fenomeno dell’incidentalità stradale. I controlli si sono conclusi in tarda serata con un pesante bilancio in termini di sanzioni, patenti ritirate e veicoli sequestrati. "La lotta contro il fenomeno dell’incidentalità stradale è un impegno delle istituzioni che risulta essere particolarmente gravoso e difficile - commenta Fusignani - Un impegno però che non può prescindere anche da una corretta educazione stradale che sensibilizzi gli utenti sui pericoli di velocità, assunzione di alcol o sostanze e distrazioni varie: in primis quelle conseguenti l'uso di smartphone alla guida. Un lavoro che vede l’impegno costante anche delle Polizia locale e, per questo, ho particolarmente apprezzato il servizio congiunto di domenica sera. Un servizio che auspico non si esaurisca con domenica, ma divenga un momento quasi routinario nella sua straordinarietà. In questo senso, rinnovo la disponibilità della nostra Polizia locale a ripetere esperienze come questa, ritenendola una delle misure più efficaci da mettere in campo per cercare di contrastare un fenomeno preoccupante come quello dell'incidentalità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento