menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli alunni dedicano un'aiuola a scuola a Giada, affetta da una rara malattia

Un’esperienza che ha sviluppato la manualità e il rapporto con gli elementi naturali dell’ambiente, ha permesso di capire il concetto di diversità e che il lavoro di gruppo permette di raggiungere grandi traguardi

"GiardiniAmo" è un progetto dell’Istituto comprensivo Randi di riqualificazione delle aree verdi della scuola che ha coinvolto direttamente gli alunni e le alunne con la collaborazione di alcune realtà del territorio. Nell’ambito di GiardiniAmo, che aderisce al progetto regionale Concittadini dell’Assemblea legislativa anno scolastico 2018-19, è stata realizzata “L’aiuola di Giada” dedicata a una bambina affetta da una malattia rara. Lunedì 15 aprile alle 10, nella scuola Randi in via Marconi 2, ci sarà l’inaugurazione dell’aiuola, preceduta dai saluti istituzionali dell’Amministrazione comunale a cui seguirà la premiazione degli alunni che hanno contribuito al suo allestimento e alla sua cura.

È stata un’esperienza che ha sviluppato la manualità e il rapporto con gli elementi naturali dell’ambiente, ha permesso di capire il concetto di diversità e che il lavoro di gruppo permette di raggiungere grandi traguardi. In particolare, però, ha significato condividere la creazione di un’aiuola pensando a Giada, simbolo di tutti i bimbi speciali, “che come dolci fiori o piccoli germogli – scrivono insegnanti e alunni – schiudono il segreto della natura in un sorriso senza uguali”. Importante il legame con l’associazione onlus “Il sorriso di Giada”, nata nel 2016 per volontà dei genitori della bimba con l’obiettivo di portare aiuto, assistenza e supporto ai bambini e ragazzi con problemi di disabilità e alle rispettive famiglie, puntando all'integrazione e alla condivisione contro ogni pregiudizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento