Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Gli recise l'arteria femorale a coltellate: stangata in tribunale per tentato omicidio

Stangata in tribunale per l'uomo, un nigeriano di 35 anni, che lo scorso anno fu autore di un sanguinoso tentativo di omicidio nei giardini Speyer

Stangata in tribunale per l'uomo, un nigeriano di 35 anni, che lo scorso anno fu autore di un sanguinoso tentativo di omicidio nei giardini Speyer. La sua mossa fu fredda e determinata e con un coltello recise l'arteria femorale del contendente, che fu ridotto in fin di vita. Per quell'episodio, risalente al 9 agosto dello scorso anno, è arrivata una condanna a 8 anni e 20 giorni di carcere. E' la sentenza emessa, con un procedimento con rito abbreviato, dal giudice Rossella Materia, accogliendo quasi in toto la richiesta del pm Marilù Gattelli che aveva anzato una richiesta di 9 anni di carcere.

I motivi reali dell'agguato sarebbero sempre rimasti avvolti nel mistero. I contendenti si sono sempre limitati ad indicare presunti screzi personali. Ma quel che contano sono i dati fattuali che vennero raccolti durante le indagini della Squadra Mobile che seguirono il caso dell'accoltellamento subìto da un 24enne tunisino, in regola col permesso di soggiorno. Il nigeriano era irregolare in Italia senza fissa dimora dal 2012. 

Secondo quanto ricostruito il coltello colpì la gamba, dove raggiungè l'arteria femorale. Il tempestivo intervento di un medico tedesco, in vacanza nel ravennate, e il successivo intervento chirurgico sottoposto all'ospedale "Santa Maria delle Croci" salvarono la vita al 24enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli recise l'arteria femorale a coltellate: stangata in tribunale per tentato omicidio

RavennaToday è in caricamento