rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca Faenza

Gli scout cercano casa e si mobilitano con una raccolta di fondi

"Gli spazi adiacenti alla chiesa di Sant’Ippolito, dove siamo attualmente - spiegano - non sono più adatti per lo svolgimento delle nostre attività, per questo come gruppo scout abbiamo bisogno di una nuova casa"

Il Gruppo Scout AGESCI Faenza 1, la più antica realtà educativa scout di Faenza e attivo dal 1922, coinvolge circa 180 bambini e ragazzi dagli 8 ai 21 anni, cambia casa e lancia una campagna di crowdfunding per il trasloco. Il progetto "Scout in trasloco!" nasce dall'esigenza di avere a disposizione nuovi locali più ampi e sicuri per svolgere al meglio le attività. Infatti, nello scautismo le sedi sono parte integrante e strumento del metodo educativo e non semplicemente un luogo di ritrovo. Ad esempio, per le attività che coinvolgono i più piccoli, attraverso la sede si ricrea l'ambiente fantastico del bosco per le Coccinelle e della giungla per i Lupetti (8-11 anni). La sede, per i fratellini e le sorelline, assume quindi i caratteri di uno spazio vivo e di evasione: una cassa di risonanza per amplificare l’esperienza fiabesca delle attività. Per i ragazzi e le ragazze del reparto (12-16 anni) - gli Esploratori e le Guide - invece, la sede e, in particolare gli angoli di squadriglia, diventano uno spazio di appartenenza e identificazione, motivo di orgoglio e strumento per educare alla cura di spazi e materiali.

"Gli spazi adiacenti alla chiesa di Sant’Ippolito, dove siamo attualmente - spiegano - non sono più adatti per lo svolgimento delle nostre attività, per questo come gruppo scout abbiamo bisogno di una nuova casa. La vicina Parrocchia di San Francesco, con grande generosità, ci ha messo a disposizione diversi locali in grado di accoglierci, ma è necessaria un’opera di riqualificazione per rendere gli spazi agibili. Il nostro rapporto con la Comunità di S. Francesco nasce anni fa, a seguito della chiusura della parrocchia di S. Ippolito, nostra parrocchia di riferimento da trent’anni. Spostare le sedi scout nei locali della parrocchia di San Francesco è una grande opportunità tanto per noi, quanto per la Comunità parrocchiale. Grazie all’utilizzo dei nuovi spazi, si moltiplicheranno le occasioni di incontro, di collaborazione e di scambio fra i vari gruppi educativi che si radunano intorno alla parrocchia. Il nostro gruppo è fin dalla sua fondazione presente nel centro storico di Faenza e il progetto “Scout in trasloco” nasce per continuare ad essere la realtà educativa del territorio che amiamo, conosciamo e che chiamiamo casa.  La necessità di una nuova casa e di operare lavori di riqualificazione ha portato a maturare la scelta di una raccolta fondi crowdfunding tramite la piattaforma Idea GINGER, che da poche ore è iniziata. È un momento importante per una delle più importanti realtà educative della città e vogliamo cercare di raccontare nel migliore dei modi cosa vogliamo fare". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli scout cercano casa e si mobilitano con una raccolta di fondi

RavennaToday è in caricamento