menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli studenti costruiscono circuiti e videogiochi e vincono il premio 'Scuola Digitale'

L'Istituto Comprensivo “Don Stefano Casadio” di Cotignola si è aggiudicato il primo premio provinciale “Scuola Digitale”

“I ragazzi non sono vasi da riempire, ma fiaccole da accendere”. Questa frase di Aristotele ha fatto da filo conduttore alla presentazione del progetto grazie al quale l’Istituto Comprensivo “Don Stefano Casadio” di Cotignola si è aggiudicato, lo scorso 14 febbraio al Palazzo dei Congressi di Ravenna, il primo premio provinciale “Scuola Digitale”.

Alcuni ragazzi della scuola secondaria hanno infatti rappresentato l’Istituto e presentato ad una giuria i lavori svolti, ritirando il primo premio di 1.000 euro e il ticket per partecipare alla fase regionale. A guidare la delegazione la professoressa di Matematica e Scienze, Elisa Banzola, che si è occupata con l’aiuto dei colleghi della gestione e realizzazione dei progetti e della presentazione.

Il progetto promuove attività di tipo scientifico, effettuate nella primavera-estate del 2018 attraverso due corsi, uno per i ragazzi di seconda e terza media e uno per bambini dell’ultimo anno della scuola primaria e del primo della scuola secondaria. I corsi erano finalizzati a rafforzare le discipline scientifiche come competenza di base e lavorare in un’ottica di continuità verticale a livello d’istituto attraverso attività di tinkering, making e coding, prevedendo l’utilizzo di nuove tecnologie nella didattica. I ragazzi si sono resi protagonisti con la costruzione di prototipi di macchinine, la realizzazione di costellazioni con i led attraverso la progettazione di un circuito, la programmazione di un videogioco in onore di Isaac Newton, la realizzazione di un ologramma con la riflessione della luce. Le attività, in orario extracurricolare, sono state finanziate con progetto Pon - Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020.

“L’entusiasmo dei ragazzi e dei docenti dell’Istituto comprensivo di Cotignola, la voglia di collaborare e di attivarsi proficuamente per rendere la scuola una comunità sempre migliore e accogliente, in cui si studia e si impara in un ambiente sereno e piacevole sono le caratteristiche di tutto il territorio di Cotignola, dall’Ente pubblico, alla Proloco, dalle Associazioni di volontariato ai comitati di genitori - ha dichiarato il dirigente scolastico Paolo Taroni - Tutti insieme si lavora e si contribuisce, con forza di volontà e intelligente lungimiranza, investendo nella scuola come patrimonio di tutte le generazioni, in una spinta a fare sempre meglio. Risultati come questo sono i primi segnali di una politica che crede nella scuola, in chi ci lavora e in chi la vive quotidianamente, dall’interno e dall’esterno. Il dirigente scolastico non può che congratularsi con i docenti, i ragazzi e con tutti quelli che contribuiscono al raggiungimento di questi piccoli, grandi obiettivi e incentivare al miglioramento continuo e costante”.

Cos’è il Premio Scuola Digitale

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca promuove, per l’anno scolastico 2019- 2020, la seconda edizione del Premio Scuola Digitale, per favorire l’eccellenza e il protagonismo delle scuole italiane e degli studenti nel settore dell’innovazione didattica e digitale. Il Premio Scuola Digitale 2019-2020 consiste in una competizione tra scuole, che prevede la partecipazione delle istituzioni scolastiche, anche attraverso gruppi di studenti del primo e del secondo ciclo, che abbiano proposto e/o realizzato progetti di innovazione digitale, caratterizzati sia da un alto contenuto di conoscenza, tecnica o tecnologica, anche di tipo imprenditoriale, sia da una forte innovazione didattico/metodologica. Il Premio Scuola Digitale 2019-2020 prevede una fase provinciale/territoriale, una regionale e una nazionale e si compone di due sezioni, una riservata alle scuole del primo ciclo e una riservata alle scuole del secondo ciclo.

cs5_foto2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento