rotate-mobile
Cronaca

Gli studenti danno nuova vita agli elettrodomestici scartati e li donano ai meno fortunati

L’idea di fondo del progetto è quella di poter riutilizzare gli elettrodomestici ancora funzionanti per dare loro una nuova vita

Riprende, dopo la pausa forzata dovuta all’emergenza sanitaria, il progetto sperimentale ‘Piccoli robot rinascono!’, attivato con la Scuola di Arti e Mestieri Angelo Pescarini di via Manlio Monti 32 e nato durante l’ultima edizione di HeraLab, il laboratorio di idee attivo a Ravenna dal 2013 che coinvolge vari stakeholder del territorio, per dar vita ad un circolo virtuoso del riuso.

Il progetto vuole creare un circolo virtuoso tra acquisti, lotta allo spreco e tutela dell’ambiente, riducendo il numero di elettrodomestici destinati a diventare rifiuti, dando una risposta concreta alla rapida obsolescenza delle apparecchiature elettriche ed elettroniche dovuta allo sviluppo tecnologico sempre più veloce, che alimenta la propensione all’usa e getta.

L’idea di fondo del progetto, infatti, è quella di poter riutilizzare gli elettrodomestici ancora funzionanti per dare loro una nuova vita: da qui è nata la collaborazione fra Hera, la Scuola Pescarini e il Coordinamento del Volontariato di Cervia, che periodicamente ritira i beni donati dai cittadini all’Area del Riuso e trasferisce alla Scuola a fini didattico alcuni elettrodomestici, poi destinati alle Organizzazioni di volontariato Auser e Associazione Letizia per finalità sociali.

Come funziona il ‘circolo virtuoso’ per la rinascita degli elettrodomestici

La Scuola Arti e Mestieri comunica al referente di Hera spa l’elenco dei beni utili, intercettati poi fra quelli conferiti dai cittadini presso l’Area del Riuso di Ravenna Nord in via Albe Steiner (località Bassette) e resi riconoscibili tramite l’apposizione di uno specifico bollino, che servirà a consentirne la rapida individuazione da parte del Coordinamento del Volontariato, che li ritirerà e consegnerà alla Pescarini

Ogni altra apparecchiatura elettrica ed elettronica depositata dai cittadini presso l’Area del Riuso, ma non destinata alla scuola perché non rispondente ai requisiti, viene trasferita alla sede del Coordinamento del Volontariato di Cervia per l’utilizzo nell’ambito delle proprie attività sociali: Emporio solidale, Centro del Riuso, Associazioni aderenti alla Consulta del Volontariato di Cervia, ecc..

Dove si trova l’Area del Riuso e gli orari

L’Area del Riuso, inaugurata nel giugno 2019, nasce anch’essa da un progetto di HeraLAB e si trova presso la stazione ecologica (centro di raccolta) di Ravenna Nord in via Albe Steiner (località Bassette). Qui i cittadini possono portare, oltre agli elettrodomestici, anche piccoli mobili (tavolini, sedie, lettini per bambini), biciclette, passeggini e carrozzine, oggetti e attrezzature di vario tipo, purché in buono stato. Quanto consegnato in questo spazio è ad ogni effetto una donazione: per questo, al momento della consegna viene compilata una documentazione per ricevuta. I Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) e gli ingombranti donati danno comunque diritto allo stesso sconto valido per il conferimento dei rifiuti nel centro di raccolta. L’Area del Riuso è aperta il lunedì, mercoledì e venerdì (8.30-14.30), il martedì e giovedì (11:30-17:30), il sabato (7.30-19.30) e la domenica (9.30-12.30).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli studenti danno nuova vita agli elettrodomestici scartati e li donano ai meno fortunati

RavennaToday è in caricamento