Gli studenti delle superiori potranno essere assunti a tempo determinato come apprendisti

E' stata approvata dall'assemblea legislativa dell'Emilia-Romagna la legge comunitaria 2016: tra le maggiori novità quella del contratto di apprendistato per studenti

E' stata approvata dall'assemblea legislativa regionale dell'Emilia-Romagna la legge comunitaria 2016: gli studenti delle superiori potranno ora essere assunti a tempo indeterminato con contratto di apprendistato per lo svolgimento di attività stagionali.

Tra le principali novità della legge comunitaria 2016 vi è quella introdotta da un emendamento del Partito Democratico che prevede la possibilità per i minori frequentanti qualsiasi tipo di scuola, licei o istituti tecnici e professionali, di essere assunti con contratto di apprendistato di I livello a tempo determinato. Questa novità riguarda i settori per i quali tale possibilità è prevista direttamente dal contratto collettivo nazionale di categoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con questo strumento normativo ora lasciamo a Giunta e parti sociali il compito di procedere alla regolamentazione del nuovo istituto, possibilmente in tempi brevi in modo da attuarla già dalla stagione estiva. – spiegano i Consiglieri regionali Pd Mirco Bagnari, Gianni Bessi e Manuela Rontini – Rispondiamo alle sollecitazioni di scuola e imprese, cercando di renderli due poli meno distanti e favorendo i più giovani che durante le vacanze vogliono mettersi in gioco e avvicinarsi al mondo del lavoro. Oggi i giovani che, indipendentemente dal curriculum scolastico e spesso andando oltre gli ambiti del proprio percorso di studi, vogliono cimentarsi in un’esperienza formativa durante le vacanze, o vengono assunti attraverso il meccanismo dei voucher, o tendenzialmente sono esclusi dal mondo del lavoro. Con il nostro provvedimento mettiamo un freno a queste pratiche, regolarizzando ciò che già avveniva in quello che, di fatto, risultava un vuoto normativo che lasciava i ragazzi privi di tutele e garanzie. In un territorio come il nostro, in cui la stagionalità del lavoro soprattutto nel comparto legato all’industria turistica, è molto diffusa – concludono Bagnari, Bessi e Rontini – ora gli studenti e le studentesse hanno un’opportunità in più per migliorare la consapevolezza di sé e dell’ambiente in cui vivono oltre che crescere più responsabilizzati”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento