rotate-mobile
Cronaca

Green Pass obbligatorio nelle mense aziendali, i sindacati: "Faq senza alcun valore"

"Riteniamo che il documento del Governo contenente la faq sia senza alcun valore, non essendo una legge dello Stato"

Per pranzare seduti al tavolo all'interno delle mense aziendali in locali chiusi sarà necessario essere in possesso del Green Pass: lo ha chiarito la Presidenza del Consiglio dei Ministri con una specifica faq pubblicata sul sito di Palazzo Chigi. Per la consumazione al tavolo al chiuso, quindi, i lavoratori possono accedere nella mensa aziendale o nei locali adibiti alla somministrazione di servizi di ristorazione ai dipendenti solo se muniti di certificazione verde Covid-19, analogamente a quanto avviene nei ristoranti. Di verificare che i lavoratori abbiano il Green Pass dovranno occuparsene le ditte che forniscono il servizio mensa.

Una decisione che ha fatto sollevare l'ira dei sindacati: "Siamo sempre stati dalla parte della sicurezza dei lavoratori - spiegano i segretari di Fim, Fiom e Uilm di Ravenna - E' grazie ai nostri interventi nelle aziende che si sono istituiti i comitati Covid e i protocolli di sicurezza. Ci troviamo oggi a dover affrontare il tema del Green Pass per accedere alle mense. Riteniamo fare qualche distinguo: grazie ai protocolli sappiamo che le mense aziendali sono state e sono più sicure di qualsiasi ristorante. Riteniamo che il documento del Governo contenente la faq sia senza alcun valore, non essendo una legge dello Stato. Cgil, Cisl e Uil ricordano che “le mense sono un luogo di lavoro e sono tutelate dai contratti di lavoro; non accetteremo mai nessuna disparità di trattamento fra luoghi di lavoro e mense.” In assenza di una legge e in attesa di ulteriori chiarimenti, riteniamo di non poter siglare accordi che affermino il contrario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Pass obbligatorio nelle mense aziendali, i sindacati: "Faq senza alcun valore"

RavennaToday è in caricamento