rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca Cervia

I bimbi posano la prima pietra della nuova scuola "amica dell'ambiente"

L’intervento, finanziato interamente con risorse proprie dall’amministrazione comunale, costerà complessivamente 1.300.000 euro e avrà una durata dei lavori di un anno

Lunedì mattina i bambini della scuola primaria “G. Carducci” di Castiglione di Cervia, insieme al sindaco Luca Coffari, hanno posato la prima pietra di quella che sarà la nuova scuola materna. I trenta alunni hanno scritto con i colori i loro nomi sui questi primi mattoni che simbolicamente inizieranno la costruzione. Oltre al sindaco erano presenti Gianni Grandu, assessore alla pubblica istruzione, Natalino Giambi, assessore lavori pubblici ed Edera Fusconi, dirigente scolastico dell'istituto comprensivo Cervia 1.

"La posa della prima pietra è un gesto simbolico, ma anche un'azione concretamente importante - commenta il sindaco Coffari - Infatti è l'avvio della costruzione di una nuova opera che la comunità da tempo attendeva fiduciosa. Sono particolarmente felice che siano stati proprio i bambini a scrivere i loro nomi colorati sui quei mattoni, che sono il preludio dei lavori,  perché il loro entusiasmo è la migliore garanzia che questo possa essere un luogo amato, in cui scorrerà la migliore vita futura. Per noi è prioritario migliorare la qualità della vita nei nostri quartieri della costa e del forese".

La scuola rientra tra le opere pubbliche di nuova realizzazione volte a dare attuazione alle linee programmatiche fissate nel mandato del sindaco in particolare per migliorare la qualità della vita nei quartieri e migliorare il sistema scolastico. La realizzazione dell’opera risponde a un fabbisogno locale di nuovi spazi da destinarsi ad attività didattica per la prima infanzia e ad aggregazione sociale di quartiere. L’edificio, grazie ai 710 metri quadrati circa di superficie utile, fornirà alla località di Castiglione tre nuove sezioni scolastiche, con laboratori annessi per far fronte alle esigenze crescenti della collettività ed arricchire l’offerta formativa specifica. La presenza di un’ampia sala comune, inoltre, consentirà forme di aggregazione sociale e culturale, anche esterne alla materna stessa, con la possibilità di creare un polo di riferimento per eventuali progetti innovativi. Il progetto unisce tecnologia avanzata e sostenibilità ambientale. La struttura portante, caratterizzata da pilastri in acciaio, poggia su fondazioni di cemento armato ed è totalmente ricoperta da una struttura in legno con manto di copertura in lastre modulari di lamiera presagomata, il tutto per dare vita ad un fabbricato “zero energy buildings”, ovvero “a energia quasi zero”, nel rispetto dei criteri di certificazione energetica ed ambientale Emas. Il fabbricato, grazie a un sistema di isolamento termico perimetrale, a serramenti esterni in alluminio con oscuramento a tende avvolgibili elettriche e a un sistema impianto che sfrutta fonti di energia rinnovabile, consuma pochissima energia ed ha elevate prestazioni per il suo funzionamento standard. L’intervento, finanziato interamente con risorse proprie dall’amministrazione comunale, costerà complessivamente 1.300.000 euro, avrà una durata dei lavori di un anno e sarà realizzato dall’impresa aggiudicataria Antonelli Edilizia srl di Forlimpopoli. I lavori inizieranno al termine della scuola  a metà luglio prossimo, mentre nei prossimi giorni inizieranno le operazioni di accantieramento. Il progetto è stato completamente rivisto e migliorato a seguito di alcune problematiche emerse con la precedente procedura e localizzazione.

Nuova scuola materna a Cervia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I bimbi posano la prima pietra della nuova scuola "amica dell'ambiente"

RavennaToday è in caricamento