I Clubs Lions, Lioness e Leo della Provincia di Ravenna: “Medici ed infermieri, grazie!”

I membri delle due associazioni hanno voluto esprimere la loro gratitudine ai sanitari fortemente impegnati con alcune importanti donazioni

I Clubs Lions, Lioness (organizzazione femminile) e Leo (under 30) della Provincia di Ravenna hanno unito le forze per offrire il loro contributo al servizio sanitario locale in occasione dell’emergenza Covid, realizzando un’iniziativa di solidarietà a favore di medici, infermieri ed operatori socio sanitari degli Ospedali di Ravenna, Faenza e Lugo. Con le donazioni, avvenute in più occasioni a partire dallo scorso mese di marzo e conclusesi recentemente, di dispositivi di protezione individuale (mascherine chirurgiche e FFp2, visiere facciali) ed attrezzature e macchinari medici (saturimetri, un videolaringoscopio ed un ventilatore polmonare per terapia subintensiva), per un controvalore complessivo di quasi 37 mila euro, hanno inteso esprimere un concreto segno di gratitudine ai medici, infermieri ed OSS degli ospedali della provincia che, negli ultimi mesi, hanno dovuto sostenere una pressione senza precedenti.

“Grazie al loro impegno, prestato in condizioni difficilissime – affermano Giuseppe Cortesi, presidente delle Circoscrizioni Lions romagnole, ed Enrico Ghinassi e Mario Boccaccini, presidenti delle due zone della provincia ravennate - si sono scongiurate conseguenze ancora peggiori ed ai molti che in questo sforzo sono stati colpiti, alle vittime tutte di questa tragedia, ai loro familiari, deve andare il nostro primo pensiero, sia come cittadini, sia come Lions”.

È questo il sentimento che ha animato i Lions della provincia, distribuiti nei due territori del Ravennate e Cervese ed in quello del Faentino e della Bassa Romagna, i quali, dopo aver effettuato alcune urgenti donazioni come singoli Club per oltre 45 mila euro, si sono uniti e, operando in stretto contatto con la Direzione Provinciale dell’Ausl, si sono impegnati ad acquistare e donare le dotazioni richieste.

L’attribuzione delle dotazioni fra i diversi ospedali e gli specifici reparti della provincia è stata stabilita dai dirigenti del Distretto Provinciale dell’AUSL: i dispostivi di protezione sono stati assegnati ai tre ospedali della provincia in base alle emergenze, mentre il videolaringoscopio è stato destinato al reparto di rianimazione dell’Ospedale Umberto I di Lugo ed il ventilatore polmonare è stato consegnato, invece, al reparto di Medicina Interna dell’ospedale S. Maria delle Croci di Ravenna.

Le iniziative dei Lions, Lioness e Leo della Provincia di Ravenna non hanno riguardato solo l’emergenza sanitaria, ma anche quella sociale. Infatti, una parte delle risorse, per oltre 2.600 euro, è stata devoluta alla Fondazione Banco Alimentare Emilia-Romagna Onlus, importante organizzazione umanitaria che opera a sostegno della povertà ed esclusione sociale, con la quale i Lions romagnoli collaborano da anni, e verrà impiegata per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto contro un albero: perde la vita un giovane di 22 anni

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Vivere in montagna, l'opportunità diventa realtà per 341 giovani coppie e famiglie

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

Torna su
RavennaToday è in caricamento