menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I consiglieri ringraziano gli operatori sanitari: "Angeli portatori di speranza"

Il consiglio comunale di Cervia ha inviato al Ministro della Salute Roberto Speranza una lettera di ringraziamento agli operatori sanitari

Il consiglio comunale di Cervia ha inviato al Ministro della Salute Roberto Speranza una lettera di ringraziamento agli operatori sanitari. "Sono stati periodi difficili e la situazione non è ancora risolta, nonostante ci siano segnali che fanno sperare in un possibile allentamento della stretta del virus - si legge nella missiva - Il nostro sistema sanitario, pur messo a dura prova, ha dimostrato grande efficienza e la capacità di sapere affrontare un evento imprevedibile e di straordinaria aggressività, tanto da essere di esempio non solo in Europa, ma in tutto il mondo. I principi fondamentali dell’universalità delle prestazioni sanitarie per tutti, dell’uguaglianza per l’accesso alle cure senza alcuna discriminazione e dell’equità che garantisce le cure rispetto a uguali bisogni di salute sono i valori che lo caratterizzano e che ne fanno un sistema dove i malati sono sempre e comunque delle ‘persone’ e non dei ‘numeri’ in ordine a seconda delle possibilità economiche".

"E’ proprio sulla base di questi valori che operano medici, infermieri, tutto il personale paramedico e sanitario i quali, soprattutto in questo momento critico, hanno dimostrato impegno e abnegazione al lavoro, profondo senso del dovere, sacrificio e dedizione del proprio tempo e delle proprie vite per la salvezza degli altri - continua la lettera dei consiglieri - Non solo ‘operatori della sanità’ che hanno svolto il proprio compito in modo eccellente in situazioni difficilissime, ma soprattutto ‘donne e uomini’ che hanno donato la propria umanità e il proprio cuore per alleviare le sofferenze del loro prossimo, per portare parole di conforto, per regalare un sorriso, un gesto, una carezza a chi viveva e vive nel dolore e nell’afflizione. Li abbiamo chiamati ‘angeli’, niente di più appropriato, che originariamente significa “chi va ad annunciare...”: infatti con le loro azioni hanno annunciato e testimoniato che la vita e la dignità di ogni persona sono i beni più preziosi, infondendo e lasciando un messaggio di fiducia e speranza nell’essere umano. A loro va il più sentito e accorato ringraziamento della città di Cervia e dell’intero consiglio comunale. Un ringraziamento che estendiamo anche a tutte le donne e gli uomini della Protezione civile delle Forze dell’ordine, delle associazioni di volontariato e a tutti coloro che si sono prodigati e si stanno prodigando per il bene delle persone e del nostro Paese. Un pensiero di vicinanza e solidarietà anche per chi è ammalato, per chi ha sofferto e per chi ha perso i propri cari. Come ci ha ricordato il nostro Presidente Sergio Mattarella: "Possiamo e dobbiamo aver fiducia nelle capacità e nelle risorse di cui disponiamo. Dobbiamo e possiamo avere fiducia nell’Italia"".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento