menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I container del Porto diventano pedine del Mah Jong per girare un film

Il regista Gerardo Lamattina, dopo un casting con oltre 400 candidati, ha scelto quale protagonista del film la ravennate Dilva Ragazzini

Mercoledì mattina la troupe cinematografica che sta realizzando il film "Il Drago di Romagna", del regista Gerardo Lamattina, sulla storia del gioco del Mah Jong (che 90 anni fa arrivò a Ravenna sulle navi cinesi che approdavano al porto) ha girato alcune scene al Tcr, il terminal container Ravenna partecipato da Sapir e Contship.

Incontrando attori, tecnici e regista il presidente dei Tcr Giannantonio Mingozzi ha detto: "Ci fa piacere che in un contesto tecnologico moderno come il nostro terminal trovi adeguata ambientazione la storia singolare del Mah Jong e della sua diffusione iniziata nel nostro porto; una sorta di antesignano, il Mah Jong, sulla Via della Seta di cui tanto si parla oggi ma che tra Ravenna e Shangai ha avuto inizio 90 anni fa".

Gerardo Lamattina, dopo un casting con oltre 400 candidati, ha scelto quale protagonista del film la ravennate Dilva Ragazzini: "Al Tcr abbiamo ambientato una delle scene più significative legata al movimento delle grandi gru ma anche al lavoro portuale e all'immagine complessiva del porto e in fondo, visti dall'alto, i container assomigliano molto alle pedine del Mah Jong sulle stecche del tavolo da gioco". Il film è coprodotto da Micromedia (Cina), Popcult (Italia), Regione Emilia Romagna e con il contributo del Comune di Ravenna.

6ace6d4f-a442-4dd3-abd5-f21ce8e6d478-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento