rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Cervia

I lettori cervesi ricordano lo scrittore: "Un uomo innamorato del mare"

Terenzio Medri, presidente di “Cervia, la spiaggia ama il libro”, manifestazione alla quale Folco Quilici ha partecipato nel ferragosto del 2015, ricorda l'autore scomparso sabato

“Un uomo innamorato del mare, che aveva fatto della sua passione per la natura un mestiere. È un autore che seguo sin da ragazzo, e che mi ha sempre affascinato con i racconti dei suoi viaggi in ogni angolo del mondo”. Così Terenzio Medri, presidente di “Cervia, la spiaggia ama il libro” - manifestazione alla quale Folco Quilici ha partecipato con il suo libro “Relitti e tesori. Avventure e misteri nei mari del mondo” nel ferragosto del 2015, ricorda l'autore scomparso sabato. "Quilici aveva anche un legame affettivo con la nostra città. In occasione di quel Ferragosto, scegliemmo per “Un libro in ogni stanza” il libro “Tobruk 1940. Dubbi e verità sulla fine di Italo Balbo”. In quelle pagine, Folco Quilici raccontava – oltre al legame del padre Nello Quilici con Italo Balbo – di un soggiorno a Cervia e della sua famiglia.

"Siamo certi – sottolinea la moglie di Batani – che a mio marito avrebbe fatto molto piacere sapere che i suoi colleghi albergatori lo ricordano con affetto e stima. È sempre stato molto legato alle sue origini e all’associazionismo credendo fermamente che l’unione faccia la forza di una comunità. Alla vita di associazione ha dedicato energia, tempo e disponibilità, quindi sapere che c’è una sala a lui dedicata ci fa piacere, proprio nel suo ricordo e nella speranza che possa essere da esempio ai giovani che si avvicinano al mondo del turismo e dell’associazionismo, con lo stesso spirito che aveva lui: di fare bene per la propria terra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I lettori cervesi ricordano lo scrittore: "Un uomo innamorato del mare"

RavennaToday è in caricamento