I premiati della 21esima edizione di “Un libro premia per sempre”: la migliore recensione per “Éveline”

La mattinata si è svolta a Ravenna in un Palazzo dei Congressi gremito di studenti, con ospiti gli scrittori finalisti del 67° Premio Bancarella Alessia Gazzola autrice di “Il ladro gentiluomo” e Giampaolo Simi autore di “Come una famiglia”

Si sono tenute giovedì mattina le premiazioni del 21° concorso “Un libro premia per sempre” organizzato dal SIL-Sindacato Italiano Librai e cartolibrai della Confesercenti, che hanno visto premiate le migliori recensioni critiche prodotte dagli studenti delle scuole superiori della provincia di Ravenna. La mattinata si è svolta a Ravenna in un Palazzo dei Congressi gremito di studenti, con ospiti gli scrittori finalisti del 67° Premio Bancarella Alessia Gazzola autrice di “Il ladro gentiluomo” e Giampaolo Simi autore di “Come una famiglia”.

Con quasi 470 recensioni consegnate correttamente ed entro i termini, gli studenti che hanno letto uno tra i sei libri finalisti al Premio letterario Bancarella sono quelli del Liceo Scientifico Oriani di Ravenna, del Liceo Linguistico Torricelli-Ballardini di Faenza, dell'Ips Olivetti-Callegari di Ravenna, del Liceo Artistico Nervi-Severini di Ravenna, del Liceo Classico Alighieri di Ravenna, del Polo Tecnico Professionale di Lugo - Compagnoni, del Liceo Scientifico Torricelli-Ballardini di Faenza, del Liceo Classico Torricelli-Ballardini di Faenza, dell'Itip Bucci di Faenza, del Liceo Scienze Umane/Artistico Torricelli-Ballardini di Faenza e dell'Ipssar Tonino Guerra di Cervia

La mattinata, condotta dal giornalista Nevio Galeati, si è aperta con i saluti del presidente onorario provinciale di Confesercenti Roberto Manzoni, ddirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Gianluca Dradi e l’Assessore comunale alla Cultura Elsa Signorino, e la consegna del premio speciale del Sindacato Librai di Confesercenti “Ravenna e le sue Pagine” a Eugenio Sideri, drammaturgo e regista, docente di recitazione, drammaturgia e storia dello spettacolo. La Giuria ha scelto Sideri per il suo ultimo “Partigiani. Storie della Resistenza raccontate a teatro” per l'impegno civile dello stesso autore nel portare nei teatri le storie della resistenza e dei partigiani, parlando ad un pubblico che non ha più l'opportunità di sentire dal vivo le testimonianze di chi ha combattuto e vissuto quel periodo. Ecco perché un lavoro come quello di Sideri ha un compito prezioso, soprattutto nei confronti dei ragazzi: la trasmissione della conoscenza attraverso il racconto a più voci, per non perdere la memoria di tutto ciò che ci ha garantito fino ad oggi la nostra libertà e dei valori che occorre ricordare e praticare.

La mattinata, a cui è intervenuta anche la presidente Provinciale della Confesercenti, Monica Ciarapica, è poi proseguita con le premiazioni delle migliori recensioni degli studenti. Tra queste, la miglior recensione in assoluto è stata quella di Matilde Morelli del Liceo Classico Alighieri di Ravenna, che si è aggiudicata un buono per una fine settimana per due persone in una capitale europea messo a disposizione da Assicoop Romagna Futura agente generale UnipolSai Assicurazioni. Matilde Morelli col motto “Black Sun” ha recensito il libro di Marco Scardigli “Évelyne”. Alle scuole è stato consegnato il nuovo segnalibro realizzato dal SIL-Sindacato Italiano Librai e cartolibrai della Confesercenti per questa edizione. La grafica è stata curata dall'artista ravennate Anna Lisa Quarneti in arte “Piki”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • "Ravenna finirà sott'acqua entro il 2100": e con lei Venezia e Ferrara

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Incidente sulla statale Adriatica: camion esce di strada e si ribalta

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

Torna su
RavennaToday è in caricamento