menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I reati segnalati calano fino al 90%. "Chat mai così tranquille, ma attenzione alla riapertura"

Furti in appartamento e truffe sembrano quasi un miraggio per i cittadini ravennati. Rimane qualche atto vandalico e alcuni furti di bici. Tempi duri per i criminali, ma potrebbero tornare in azione con la fine del lockdown

Tra i tanti effetti negativi causati dall'emergenza Coronavirus e dal conseguente lockdown ce n'è almeno uno "benefico": il drastico crollo dei reati. Secondo quanto evidenziato da Roberto Cantarelli, dirigente del gruppo dove vengono riportati furti e truffe "Ravenna Indipendente", i crimini segnalati durante il periodo di chiusura sono diminuiti sensibilmente. "Si parla di un -90% per i furti in appartamento e in strada e un -80% di tentativi di truffa". Numeri relativi alle segnalazioni degli utenti che, come testimonia il dirigente del servizio, sono del tutto inediti: "Le chat non sono mai state così tranquille".

Un dato confortante per la città di Ravenna, dove il servizio si divide su diverse chat che raggruppano circa novemila utenti. Pare infatti che dall'inizio dell'emergenza siano stati segnalati dai cittadini solo alcuni furti di bici. All'inizio del lockdown erano state individuate dagli utenti varie truffe relative a mascherine, gel disinfettanti e truffe telefoniche che pretendevano dai malcapitati aiuti in favore di ospedali o finte associazioni. "Tentativi che poi sono andati scemando nelle settimane successive", conferma Cantarelli. Tra gli ultimi reati segnalati si riscontrano alcuni atti vandalici, come quello che ha colpito la vetrina di un'estetista imbrattata con una bomboletta spray dalla scritta "Forza Coronavirus". 

Insomma, dalla seconda metà di marzo a tutto aprile si è riscontrata una situazione di pace completa sulle chat ravennati: ma i dirigenti del servizio temono la fase che seguirà al lockdown. "Abbiamo una grossa paura: temiamo un ritorno di ladri e altri criminali con l'allentamento delle misure di restrizione - conclude Cantarelli - non tanto per la Fase due, ma per il periodo successivo di riapertura".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento