rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

I sindaci scrivono all'Ausl, Lega Nord: "Operazione di marketing dopo la 'tassa sulla salma'"

Con queste parole Jacopo Morrone commenta la lettera aperta inviata da alcuni sindaci romagnoli a tutti gli operatori di Ausl Romagna per riconoscere le esperienze positive della sanità romagnola

"Un'operazione di marketing poco credibile": con queste parole Jacopo Morrone, segretario leghista della Romagna, commenta la lettera aperta inviata da alcuni sindaci romagnoli a tutti gli operatori di Ausl Romagna per riconoscere le esperienze positive della sanità romagnola; lettera in cui si anticipano anche alcuni importanti investimenti e che Morrone definisce “l’ultimo sforzo letterario dei sindaci di Cesena, Forlì, Ravenna e Rimini, forse non a caso diffuso proprio a ridosso dello scivolone fatto dai vertici dell’Asl Unica della Romagna che ha deciso di istituire una criticatissima ‘tassa sulla salma’".

"I troppi elogi gratuiti fanno perdere di vista la realtà - commenta il segretario del Carroccio - Più credibili se riconoscessero e risolvessero i tanti problemi della sanità romagnola. La lettera appare evidentemente vuota di contenuti, tanto è l’intento celebrativo nei confronti dell’azienda. I troppi elogi gratuiti annullano, di fatto, l’obiettivo dei sindaci che perdono di vista la realtà. La sanità romagnola è senz’altro fatta di eccellenze, ma presenta anche tanti angoli bui, sacche di inefficienze da correggere, liste di attesa ancora lunghissime soprattutto in certe realtà, costi proibitivi e tagli di servizi e una burocratizzazione asfissiante per molte procedure che tutti conosciamo (e subiamo). E certamente i primi cittadini guadagnerebbero in credibilità se si impegnassero sul riconoscimento e sulla risoluzione di questi problemi, piuttosto che in operazioni di marketing pro Asl Unica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I sindaci scrivono all'Ausl, Lega Nord: "Operazione di marketing dopo la 'tassa sulla salma'"

RavennaToday è in caricamento