Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

I Verdi contro l'impianto di CO2: "Vogliamo una riviera eolico-solare"

"Il Governo Conte lo aveva escluso dal Ngeu - spiegano i due - Vedremo cosa farà il costituendo nuovo Governo"

L’Impianto dell’Eni di cattura e stoccaggio della CO2 a Ravenna, impianto che giustificherebbe il proseguimento delle estrazioni di gas metano utilizzandolo per produrre idrogeno e stoccando la CO2 nei giacimenti esausti, "è impropriamente etichettato come “transizione energetica”. Ma di “verde” non ha nulla, perché consentirebbe di continuare l’uso anti-ecologico delle energie fossili. Un progetto che ha bisogno di essere cofinanziato dai fondi pubblici, non essendo altrimenti economicamente sostenibile. Esperienze simili, fatte in altre parti del mondo, sono fallite". A dirlo sono Silvia Zamboni e Paolo Galletti, entrambi co-portavoce Federazione dei Verdi Europa Verde Emilia-Romagna.

"Il Governo Conte lo aveva escluso dal Ngeu - spiegano i due - Vedremo cosa farà il costituendo nuovo Governo. Con l’ulteriore paradosso che, mentre per gli impianti eolici offshore proposti al largo di Rimini e Ravenna vale la procedura di via standard, per il discutibile impianto di cattura CO2 valgono procedure semplificate. Un bel risultato per l’Eni e la lobby dei fossili. Siamo convinti che un progetto di riviera eolico-solare potrebbe costituire un’attrattiva turistica, e andrebbe nella giusta direzione della transizione energetica che ispira il nuovo Patto per il Lavoro e il Clima. Rispetto alla cruciale questione del lavoro, siamo inoltre convinti che una vera transizione a favore dell’uso delle rinnovabili potrà garantire occupazione duratura ai lavoratori del settore dei combustibili fossili, che risulta sempre più in crisi a causa dell’emergenza climatica e dei nuovi target europei di drastica riduzione delle emissioni climalteranti prodotte in buona parte dal consumo dei fossili".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Verdi contro l'impianto di CO2: "Vogliamo una riviera eolico-solare"

RavennaToday è in caricamento