I volontari di 'Mondo libero dalla droga' in azione davanti alle scuole

I volontari dell’associazione “Mondo Libero dalla Droga” agguerriti contro qualsiasi sostanza stupefacente sabato, davanti alla scuola Guido Novelli in Piazza Caduti per la Libertà

I volontari dell’associazione “Mondo Libero dalla Droga” agguerriti contro qualsiasi sostanza stupefacente sabato, davanti alla scuola Guido Novelli in Piazza Caduti per la Libertà. "Mentre distribuivamo gli opuscoli molti ragazzi, passanti e genitori ci hanno accolto e ringraziato per l’attività che stavamo svolgendo dicendoci che ci vorrebbero più iniziative come queste, perchè preoccupati per i loro figli e nipotini per quello che gli potrebbe accadere nell’immediato futuro, visto le storie di giovani che iniziano a far uso di droghe. I nostri interventi consistono principalmente nella distribuzione di opuscoli del programma “La Verità dalle Droghe”, che spiegano in dettaglio come una persona si può rovinare la vita usando le droghe. Noi come gruppo continueremo a fare informazione contro le droghe perchè crediamo che la prevenzione sia un’arma efficace e dovrebbe essere rafforzata iniziando dalle case dei genitori alla scuola, in ogni luogo. Bisogna far presto perché quando un adolesciente inizia a farne uso è più difficile a smettere o semplicemente parlarne".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Oramai sempre più giovani - dice un volontario - si avvicinano alla marijuana come un gioco o per provare nuove “emozioni”, alcuni invece la usano pensando di curare qualche situazione indesiderata; in realtà il consumo di marijuana non cura malattie. Eppure alcune persone promuovono il suo uso nei trattamenti medici: ad esempio alcune persone vogliono che la marijuana sia disponibile per chi sta facendo chemioterapia per il cancro o Aids poiché spesso perdono l’appetito e il thc (tetraidrocannabinolo, principio attivo della cannabis) tende a stimolarlo. Non esiste malattia che venga realmente alleviata dagli effetti della marijuana. Nonostante quello che potresti sentire in giro, la marijuana crea dipendenza. Circa un fumatore di marijuana su nove ne diventa dipendente. Quando una persona inizia ad abusare di questa droga durante l'adolescenza, ha una possibilità su sei di diventarne dipendente. Cosa significa essere dipendente dalla marijuana? Significa sviluppare una tolleranza alla droga, per cui bisogna consumarne una quantità sempre maggiore per provarne lo stesso effetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto tra tre auto all'incrocio: muore un automobilista

  • Scontro tra due ciclisti nel sottopasso: uno è in condizioni gravissime

  • Perde il controllo della moto e cade nel fosso: interviene l'elicottero

  • Donna "molesta" in un bar, ma quando la Polizia arriva lei è in balìa delle onde del mare: salvata

  • La Riviera ha tanta voglia di ripartire: si anticipa la riapertura degli stabilimenti balneari

  • Investito mentre va in bici insieme ad altri ciclisti: si alza l'elicottero dei soccorsi

Torna su
RavennaToday è in caricamento