Gli amici di l. Ron Hubbard partecipano a “Cervia - città giardino”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Continua per il diciassettesimo anno consecutivo l'impegno dei volontari di allestire e prendersi cura di un'area verde per l'iniziativa Cervia Città Giardino. L'area assegnata è nel piazzale di via Roma. L'impegno inizia dall'allestimento delle aree verdi, realizzata ogni anno a maggio, e prosegue con la sua cura per tutto il periodo estivo.

Nonostante il degrado ambientale a cui si sta assistendo in alcune aree metropolitane, esistono delle zone che sono delle piccole oasi di verde ed estetica, all'insegna del giardinaggio e della cura ambientale. Una delle città più rinomate per la sua estetica è la bellissima città di Cervia, in Romagna, che in questo periodo si colora di fiori e per la manifestazione "Cervia Città giardino".

L'iniziativa di fama internazionale unisce diverse città e paesi nella realizzazione di pittoreschi giardini che per tutta l'estate offrono un'attrazione costante per le migliaia di persone che giungono per godersi le bellissime spiagge della costa romagnola per tutto il periodo estivo.

Durante il mese di maggio, tutti i partecipanti allestiscono i giardini e le aiuole destinate a riprendere vita e colore, ed è per questo che in questi giorni, i volontari sono impegnati nell'allestimento del giardino a loro assegnato in via Roma a Cervia.

"Questa iniziativa a Cervia viene fatta da molti anni, e noi volontari sono 17 anni che partecipiamo a questa manifestazione, con il nostro contributo". Sostiene la presidente dell'associazione Loredana Boschetti ­ "Oltre a partecipare a questo evento, per prenderci cura dell'ambiente, collaboriamo con il comune di Cervia con interventi di pulizie straordinarie, tenendo puliti i parchi, pulizia delle dune a Milano Marittima, piste ciclabili, e ogni tipo di intervento che viene richiesto a seconda della necessità".

"Molto spesso" - continua Loredana Boschetti- "d'estate andiamo anche a ripulire le spiagge libere, e le aree verdi a ridosso delle spiagge libere; e tutto questo per mantenere e migliorare la città e per contribuire, anche se con piccoli gesti, prendendoci cura del pianeta in cui viviamo".

Come suggerisce anche il filosofo ed umanitario L. Ron Hubbard a cui i volontari si ispirano, che sostiene: "La cura del pianeta comincia dal cortile di casa tua. Si estende alla zona che si percorre per andar a scuola o al lavoro. Comprende anche i posti dove si va a fare pic­nic o dove si va in vacanza. Non è necessario aumentare la sporcizia che inquina la terra e le falde acquifere, nè aumentare il pericolo di incendi nelle boscaglie. Anzi nel tempo libero si può fare qualcosa". Ed è proprio quello che è il nostro motto: "Fare qualcosa a riguardo!"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento