rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Cronaca Cervia

Ecco le idee smart per una Cervia sempre più 3.0

Al primo posto si sono classificati Annalisa Prati e Paolo Caponigri col progetto “Fidu-City: vacanza in sicurezza”

Sabato, nella sala del Consiglio Comunale di Cervia, si sono svolte le premiazioni dei tre vincitori del concorso di idee Smart, promosso dall'amministrazione comunale. Erano presenti il vicesindaco Gabriele Armuzzi, il consigliere delegato informatica e innovazione tecnologica Gianni Bosi, gli esperti di sistemi informatici Luca Foschi e Luca Farabegoli componenti della commissione. Al primo posto si sono classificati Annalisa Prati e Paolo Caponigri col progetto “Fidu-City: vacanza in sicurezza”. Il progetto si rivolge ad alberghi e stabilimenti balneari che vogliono offrire un valore aggiunto alla propria clientela: fornire la presenza medica per tre ore alla settimana direttamente in hotel con la possibilità di monitorare ed assistere quei turisti ospiti con manifeste problematiche di salute. Inoltre c'è la possibilità di esercitare sul turista un controllo ed un supporto che possa ridurre i trasferimenti presso centri medici (ad esempio misurazione pressione, iniezioni e altro). 

La struttura ricettiva stipula un contratto con la società di gestione. Successivamente tramite un apposito sito, l'hotel attiva l'applicazione.
Si attiverà pertanto la triangolazione cliente/medico di base, hotels e organizzazione che gestisce il servizio. Il progetto può essere sfruttato anche nella realtà cittadina (associazioni sportive dilettantistiche, controlli di malattia cronica in giornate e sedi dedicate). Al secondo posto si è classificato Eliano Ricci col progetto “Innovation Hub”. E' necessario un “quartier generale” attrezzato per incentivare la nascita di progetti innovativi e per supportarne la crescita attraverso sistemi collaborativi e inclusivi. Questo è l’Hub.  Questo spazio si presta come luogo di informazione e formazione per il cittadino, grazie a spazi dedicati e a idonei programmi di educazione digitale e imprenditoriale rivolti a tutti (polo dell’innovazione). Insieme a numerosi servizi aperti e gratuiti dedicati alla formazione e alla convivialità, l’Hub ospita inoltre uno spazio dedicato al coworking fruibile a prezzi concorrenziali e tramite meccanismi di mutuo scambio (ore di lavoro in cambio di fruizione). L’Hub sarà organizzato in moduli intercomunicanti: Front Desk, Working Area, Thinking Area, Learning Area, Leisure Area. I locali destinati al coworking sono gli unici ad accesso riservato, con diverse tipologie di postazioni di lavoro.

Al terzo posto si è classificato il Davide Grossi col progetto “TrackR Crowd GPS a Cervia”. L’obbiettivo è di fornire una soluzione per tutti quei casi dove è necessario tenere sotto controllo la posizione di oggetti, animali o bambini (es. bambini in spiaggia). Il problema è risolto attraverso il collegamento ad Internet di nuovi dispositivi elettronici. Si basa sui seguenti elementi: il dispositivo elettronico di identificazione di 3 cm circa, ha un raggio di trasmissione di circa 30 metri; il dispositivo di rilevamento, calcola la posizione e la trasmette su internet via Wi-Fi o cellulare; il software di monitoraggio è gratuito ed è sia per Android che iOS). "Crediamo che questi progetti innovativi siano molto utili per il nostro territorio, per questo convocheremo molto presto la Consulta dell’Innovazione, affinché Amministrazione Comunale e Stakeholder, possano individuare il percorso più rapido per renderli operativi quanto prima - ha dichiarato Bosi -. Riteniamo infine, vista la partecipazione e l’alta qualità dei progetti presentati (non solo i primi classificati), di realizzare altre iniziative di questo tipo, per valorizzare sempre di più le idee innovative e aggiungere ulteriori mattoni al nostro progetto Smart Cervia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco le idee smart per una Cervia sempre più 3.0

RavennaToday è in caricamento