Il 2018 della Polizia stradale: meno incidenti ma più vittime, oltre 10mila infrazioni

Con 1840 pattuglie di vigilanza stradale, la Polizia Stradale di Ravenna ha ritirato 254 patenti di guida e 436 carte di circolazione; 5840 i punti complessivamente decurtati

La Polizia Stradale di Ravenna fa il bilancio del 2018. Con 1840 pattuglie di vigilanza stradale, la Polizia Stradale di Ravenna ha accertato 10.272 infrazioni al Codice della Strada, ritirato 254 patenti di guida e 436 carte di circolazione; 5840 i punti complessivamente decurtati.

Diminuito il numero degli incidenti, ma aumentato quello delle vittime

I dati riferiti al fenomeno infortunistico della provincia di Ravenna vedono complessivamente rilevati 370 incidenti stradali, dei quali 233 con soli danni a cose; 127 con feriti e 10 mortali. Il numero di feriti complessivo è pari a 235 e le vittime sono state 10; rispetto all’anno precedente se, da un lato, il numero di incidenti è diminuito del 9%, così come il numero di feriti -13%, aumenta il numero delle vittime del +20%. La sicurezza della mobilità rappresenta una priorità per la Polizia di Stato che, con la Specialità Polizia Stradale, è da sempre alla ricerca di soluzioni avanzate in termini di tecnologia, procedure e modelli operativi, per garantire servizi più efficaci di prevenzione e controllo.

Contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti

Nel 2018 è proseguita la campagna straordinaria di controllo sulle condizioni psicofisiche dei conducenti dei veicoli, con l’impiego congiunto della Polizia Stradale e dei medici e personale sanitario della Polizia di Stato, per l’accertamento sui conducenti dei veicoli dell’assunzione di alcool e di sostanze stupefacenti. Complessivamente sono stati attivati 24 posti di controllo, con l’impiego di 96 operatori di Polizia Stradale e 48 tra medici e personale sanitario della Polizia di Stato. I conducenti controllati sono stati 888, il 3% dei quali (pari a 27) è risultato positivo all’alcool con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l mentre 16 conducenti sono risultati positivi ad una o più sostanze stupefacenti nel corso di test su strada. Per tali soggetti (oltre al ritiro cautelare della patente, previsto dal Codice della strada) si è proceduto al prelievo su strada di campioni salivari, inviati a Roma presso il centro di tossicologia Forense della Polizia di Stato per le analisi di laboratorio. Queste ultime hanno confermato la positività ad almeno una sostanza psicoattiva di tutti i conducenti risultati positivi al test su strada.

Servizi contro le “stragi del sabato sera”

Durante le notti del sabato e domenica, nella fascia oraria mezzanotte-sei, sono stati predisposti servizi specifici che hanno portato al controllo di 7960 conducenti con etilometri e precursori. Di questi, 153 sono risultati positivi ai controlli; 111 le persone denunciate per guida in stato di ebbrezza, mentre 69 sono stati i veicoli sequestrati per la successiva confisca.

Autotrasporto

In ossequio agli obbiettivi delineati nel protocollo d’intesa tra Ministero dell’Interno e Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del luglio del 2009, la Polizia Stradale nel corso del 2018 ha continuato a dare forte impulso ai servizi di controllo nel settore del trasporto professionale (svolti anche congiuntamente al personale del Dipartimento dei Trasporti Terrestri con i centri Mobili di Revisione). I servizi effettuati sono stati 12, con 46 operatori della Polizia Stradale impegnati e 24 operatori del Ministero Infrastrutture e Trasporti. I veicoli pesanti controllati sono stati 406 di cui 65 stranieri, le infrazioni accertate 312.

Gite scolastiche in sicurezza

Inoltre, nel corso del 2018, d’intesa col Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, sono stati attivati controlli d’iniziativa o su segnalazione dell’istituto scolastico mirati al controllo degli autobus destinati al trasporto di scolaresche per gite o viaggi d’istruzione. Gli autobus sottoposti a controllo sono stati 81 per l’impiego di 67 pattuglie, che hanno rilevato 21 violazioni del Codice della Strada.

Operazioni "ad alto impatto"

Ai servizi programmati mensilmente a livello regionale sono stati predisposti dispositivi specifici pianificati a livello nazionale secondo il modello delle “Operazioni ad alto impatto”, nella misura di circa 4 al mese, per sottoporre a controllo massivo di particolari settori dell’autotrasporto e verificare il rispetto di specifiche norme poste a salvaguardia della sicurezza stradale. I dispositivi sono stati programmati e realizzati da personale particolarmente preparate in settori della circolazione in cui le violazioni costituiscono generale pericolo per la sicurezza dei cittadini. Le operazioni in oggetto riguardano i seguenti settori che hanno fatto registrare i risultati di seguito indicati: cinture di sicurezza e sistemi di ritenuta 20 operazioni; 359 veicoli controllati e 41 violazioni specifiche accertate; assicurazione obbligatoria 11 operazioni; 135 veicoli controllati e 13 violazioni accertate; autotrasporto nazionale e internazionale di persone 4 operazioni, 34 veicoli industriali controllati e 6 infrazioni verbalizzate; trasporto di animali vivi 7 operazioni, 25 veicoli controllati e 1 violazione accertata; trasporto di merci pericolose 13 operazioni, 42 veicoli controllati e 26 infrazioni accertate; trasporto sostanze alimentari 6 operazioni, 18 veicoli controllati e 1 violazione accertata; uso corretto di telefonini alla guida 19 operazioni, 311 veicoli controllati e 7 violazioni accertate; stato di efficienza degli pneumatici 7 operazioni, 142 veicoli controllati e 11 violazioni accertate. I controlli ad “alto impatto” sono stati già riprogrammati nel 2019.

Attività di Polizia giudiziaria

Nell’ambito della specifica attività di contrasto al traffico illecito dei veicoli, prioritaria competenza delle squadre di polizia giudiziaria della specialità, nell’anno 2018 sono state arrestate 3 persone mentre 81 sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria; i veicoli sequestrati sono stati 4; le indagini per truffa hanno consentito di denunciare in stato di libertà ulteriori 8 persone. Sulla rete autostradale l’intensificazione dei servizi diretti in linea prioritaria a contrastare i fenomeni di furti e rapine in danno degli autotrasportatori, esercizi commerciali e utenti in transito ha permesso di trarre in arresto una persona e denunciarne 9. Significativi, infine, sono stati i risultati conseguiti nel settore dei controlli agli esercizi commerciali connessi alla circolazione dei veicoli. In particolare 49 esercizi tra carrozzerie, autofficine, autoscuole, autodemolitori autosaloni sono stati sottoposti a controllo e 211 sono state le violazioni rilevate.

Campagne di informazione ed educazione stradale

Numerose nel corso dell’anno le campagne di informazione ed educazione stradale. Quest'anno la campagna di sicurezza stradale Icaro – giunta alla 18esima edizione – ha focalizzato l’attenzione sul tema della distrazione alla guida dovuta al compimento di più azioni contemporaneamente (multitasking): “Centrali aperte”, seminari di formazione organizzati in diverse regioni italiane nell’ambito di un Protocollo d’intesa siglato tra Enel Green Power e la Polizia di Stato e rivolti alle scolaresche del territorio allo scopo di diffondere la cultura della legalità e della sicurezza stradale; seminari di formazione organizzati in diverse regioni italiane nell’ambito di un protocollo d’intesa siglato tra Enel s.p.a. e la Polizia di Stato e rivolti ai dipendenti del gruppo Enel allo scopo di diffondere la cultura della legalità e della prevenzione degli incidenti stradali con particolare riferimento agli incidenti in itinere; "Guida sicura", seminari di formazione organizzati su tutto il territorio nazionale nell’ambito di un protocollo d’intesa siglato tra Poste Italiane s.p.a. e la Polizia di Stato al fine di sensibilizzare i dipendenti di Poste Italiane in materia di sicurezza stradale e di prevenzione degli incidenti stradali e, in particolare, di quelli in itinere; "Chirone – dalla parte delle vittime", il progetto per le vittime di incidente stradale pensato per gli operatori di Polizia che sono chiamati a intervenire in condizioni di forte impatto emotivo quale quello che si realizza a seguito di incidente. Il progetto fornisce supporto e formazione ai soggetti coinvolti (attivamente e passivamente) nella gestione di un evento traumatico. Partner dell’iniziativa l’Università di Roma – Dipartimento di Psicologia e la Fondazione Ania.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento