menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il centro sociale 'Le Rose' amplia i suoi spazi e si rinnova

Si tratta di un punto di aggregazione nel territorio per andare incontro alle persone anziane o disagiate, per contrastare solitudine ed emarginazione e favorire relazioni sociali e amichevoli

La giunta, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici Roberto Fagnani,ha approvato in una delle ultime sedute un progetto che prevede lavori di ampliamento del centro sociale "Le Rose" in via Sant’Alberto 73. E’ prevista una spesa complessiva di 400mila euro di cui 150mila a carico del centro sociale.

Il progetto, tenuto conto delle necessità dell’associazione che attualmente gestisce il centro sociale, prevede la realizzazione di una sala polivalente, di un blocco di servizi igienici a uso della sala e del centro stesso, tra cui un servizio igienico per diversamente abili e un servizio igienico/spogliatoio riservato alla cucina. L’edificio di progetto avrà un solo piano fuori terra con una superficie utile pari a 210 metri quadri. La sala polivalente, di 142 metri quadri di superficie, è stata concepita come locale di trattenimento con una capienza non superiore alle 100 persone e sarà compartimentata in modo che le strutture portanti e quelle separanti possiedano adeguate caratteristiche di resistenza al fuoco. Saranno realizzate tre uscite di sicurezza di ampiezza pari a 160 cm ciascuna, in posizioni contrapposte e verranno installati estintori a polvere in numero adeguato. L’ampliamento di progetto sarà dotato della necessaria illuminazione ordinaria e di sicurezza con un impianto di rivelazione incendi. Nella sala sarà anche presente un impianto di video proiezione e plafoniere a Led. Nella stessa sala saranno inoltre installati un impianto di riscaldamento/raffrescamento in pompa di calore ed un impianto di ricambio aria con recuperatore di calore che verrà posizionato nel controsoffitto.

Si coglierà l’occasione per sostituire il vecchio generatore di calore ormai obsoleto e installare un nuovo generatore di calore a condensazione che riscalderà la parte esistente del centro sociale ed il nuovo blocco di servizi igienici. Verranno realizzate le predisposizioni di un impianto fotovoltaico da 5 kW di picco con superficie captante pari a 24 metri quadri e di un impianto solare termico con superficie cantante pari 10 metri quadri. Gli infissi esterni saranno realizzati in alluminio a taglio termico e vetri di sicurezza con adeguate prestazioni termoisolanti, inoltre le pareti perimetrali verranno coibentate con isolamento a cappotto. E' prevista la realizzazione di una bussola per un agevole ingresso alla sala e l’installazione dell’illuminazione ordinaria e di sicurezza all’esterno dell’ampliamento di progetto. Verranno rifatte ex novo, potenziandole, le linee dell’acqua, del gas e della corrente elettrica e, relativamente all’ ampliamento, realizzate nuove fognature per le acque bianche e per le acque nere. Approfittando dell’intervento, si realizzerà ex novo anche la fognatura della cucina che confluirà nel nuovo tratto di fogna nera. Durante gli interventi i fabbricati che si trovano nel lotto continueranno ad essere utilizzati, cioè il Lazzaretto, in cui si trovano una sala musica e una sala polifunzionale, l’ Anffas in cui si svolgono attività per i giovani diversamente abili e lo stesso centro Le Rose.

Il centro sociale

Il centro sociale "Le Rose" è una APS (Associazione di promozione sociale) autogestita, costituitasi il 1 dicembre 1996, con lo scopo di svolgere attività di utilità sociale in favore di associati e di terzi. Si tratta di un punto di aggregazione nel territorio per andare incontro alle persone anziane o disagiate, per contrastare solitudine ed emarginazione e favorire relazioni sociali e amichevoli. Possono essere soci tutti coloro che, mossi da spirito di solidarietà, ne condividano gli scopi e si impegnino a realizzarli. Il centro sociale Le Rose è affiliato all'associazione nazionale Ancescao.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento